Alimentazione e fotoprotezione

I raggi del sole per quanto benefici rappresentano anche un’aggressione per la nostra pelle. Penetrano come spilli, feriscono, bruciano e producono un’infiammazione più o meno profonda che si accumula nel tempo. Il sole va sempre preso con moderazione, evitando le ore più calde della giornata e schermando la pelle con una protezione adeguata al proprio fototipo. Per un risultato più sicuro è bene anche proteggere la pelle con un’adeguata alimentazione ricca di sostanze antinfiammatorie e antiossidanti e con l’assunzione di un integratore specifico cominciando almeno un mese prima di esporsi.

Lo stress ossidativo
L’eccessiva esposizione della pelle ai raggi ultravioletti (solari e da docce e lettini UVA) può causare bruciore, arrossamento, orticaria solare, eritemi solari e vesciche cutanee; inoltre, può indurre un cosiddetto stress ossidativo dovuto alla formazione di radicali liberi e di specie altamente reattive dell’ossigeno (ROS). I radicali liberi attaccano le cellule di collagene ed elastina, responsabili delle qualità meccaniche della pelle (tono, turgore, elasticità), le ossidano e arrivano fino al DNA, degradandolo e accelerando l’invecchiamento cutaneo (photo-aging).
Tra i distretti bersaglio dei radicali liberi vi sono anche i vasi sanguigni: gonfiore e pesantezza degli arti sono spesso i sintomi di un possibile danno delle pareti dei vasi sanguigni soprattutto quelli del microcircolo.
I raggi ultravioletti non solo l’unica fonte di stress ossidativo: anche l’inquinamento atmosferico, il fumo (sia attivo che passivo), un’alimentazione scorretta, l’abuso di alcolici hanno un ruolo importante nel favorire la formazione di radicali liberi. Proprio per contrastare questi effetti negativi a cascata possiamo ricorrere a un’alimentazione ricca di sostanze ad azione antiinfiammatoria e antiossidante.

 

Le difese antiossidanti
Il nostro organismo si difende dallo stress ossidativo con un elaborato sistema di due linee di difesa antiossidante:

  1. Sostanze che intercettano ed intrappolano i radicali liberi già formati e ne bloccano le reazioni. Possono agire sia in ambiente acquoso, come la vitamina C, idrofila sia in ambiente lipidico (cioè a prevalenza di grassi) come la vitamina E (vitamina lipofila) e l’acido α-lipoico.
  2. Sostanze – soprattutto enzimi capaci di “spegnere” sul nascere i radicali liberi (glutatione, glutatione ossidasi, catalasi, superossidodismutasi etc).

Queste difese possono essere aumentate con un’alimentazione ricca di sostanze antiossidanti anche se non sempre è sufficiente.

 

La fotoprotezione comincia a tavola
Il primo passo per assicurarsi un’abbronzatura omogenea e sicura comincia a tavola, con il consumo di alimenti antiossidanti, un’abitudine da seguire sempre ma con maggiore attenzione nelle settimane precedenti l‘esposizione al sole. Studi recenti hanno dimostrato che esistono diverse sostanze naturali in grado di proteggere dagli effetti dannosi del sole. Sono tra le altre: le catechine del tè verde, gli acidi grassi omega 3 del pesce, la genisteina della soia, le antocianine e i flavononi delle arance rosse di Sicilia, la quercetina delle mele, i polifenoli dell’uva, dei mirtilli e dei lamponi , il licopene del pomodoro, il melograno e perfino – secondo alcuni – la caffeina. Oltre naturalmente alla frutta e alla verdura, ricca di betacaroteni, vitamina E e vitamina C ad elevata attività antiossidante e antiradicalica. Ciò significa in pratica aumentare il consumo di pesce (almeno 2 volte alla settimana), molluschi e crostacei (che sono ricchi di selenio e di zinco), soia e derivati, frutta rossa e arancione, verdura di ogni colore e tè verde (soprattutto alla mattina con la prima colazione). Un suggerimento? Prova ad aggiungere un centrifugato di frutta o di verdura mista al pasto di mezzogiorno: fornirai al tuo organismo un ottimo cocktail di antiossidanti, una buona idratazione (per questo è importante anche bere molto), senza appesantire eccessivamente l’apporto di calorie.

 

Gli integratori a base di antiossidanti
Quando l’apporto di antiossidanti con l’alimentazione non è sufficiente possono essere molto utili gli integratori alimentari da assumere in compresse per cicli di almeno un mese che supplementano con queste sostanze la dieta quotidiana: preparano la pelle all’esposizione al sole, favoriscono un’abbronzatura omogenea e ne consentono una durata più prolungata, proteggono i vasi dai danni solari grazie alle spiccate attività antiossidante e antiradicalica.

 

Integratori con antiossidanti per preparare la pelle al sole

Sono numerosi oggi gli integratori alimentari specifici per difendere pelle e vasi dall’esposizione solare, a base di sostanze selezionate per le spiccate attività antiossidanti e antiradicaliche.
Questi prodotti, scelti tra quelli di qualità accertata, sono indicati per rinforzare le difese naturali dagli stress ossidativi tipici dell’esposizione solare (vacanze estive e invernali, sport acquatici e montani, vita all’aria aperta, lettini e docce abbronzanti UVA), ritardano il photo-aging e aiutano a preservare le naturali difese antiossidanti nelle donne più esposte a stress ossidativi (donne fumatrici, diabetiche, sportive, donne che abitano in località marittime). Utilizzati in anticipo (almeno un mese prima dell’esposizione solare) aiutano a ridurre il rischio di eritema preparando la pelle ai benefici solari e garantendo un’abbronzatura durevole ed omogenea e soprattutto sicura. Gli antiossidanti contenuti negli integratori lavorano in sinergia per favorire la protezione cellulare e aumentare la tollerabilità cutanea alle radiazioni solari (soprattutto per i fototipi più sensibili, I e II ).
Pur permettendo alla cute di adattarsi meglio all’esposizione dei raggi UV garantendo una certa difesa, in nessun caso possono proteggere da soli senza l’ausilio di una crema solare specifica per il proprio fototipo cutaneo.
Per essere efficaci, gli integratori a base di antiossidanti vanno assunti con regolarità e possibilmente con un buon anticipo rispetto al periodo in cui si prevede di prendere il sole. Il dosaggio è in genere di una capsula o compressa al giorno e non va superato previa diversa indicazione da parte del medico.

 

Ecco alcune sostanze antiossidanti e/o idratanti e/o lenitive spesso presenti nei migliori integratori per la fotoprotezione e la prevenzione del photoaging

Acido α-lipoico
  • Ė un potente antiossidante. Attraversa le membrane cellulari e combatte i radicali liberi anche all’interno delle cellule.
  • Favorisce la rigenerazione di: vitamina E, vitamina C e glutatione (enzima antiossidante naturale).
Betacaroteni
  • Precursori della vitamina A, hanno un’elevata attività antiossidante. proteggono pelle, occhi e polmoni. Favoriscono la comunicazione intercellulare e rafforzano il sistema immunitario.
  • Vanno preferibilmente utilizzati in associazione ad altri antiossidanti come il licopene, l’alfacarotene, la vitamina E e la vitamina C, il selenio.
Vitamina E (tocoferolo)
  • Ė uno dei più potenti antiossidanti naturali.
  • Protegge i grassi cutanei dallo stress ossidativo in particolare quelli delle membrane cellulari, soprattutto dai danni da raggi UV.
  • Agisce contro l’invecchiamento cutaneo, la formazione di rughe e la disidratazione.
Vitamina C
  • Altra sostanza naturale antiossidante.
  • Protegge dallo stress ossidativo le componenti idrofile (acquose) della pelle. Agisce in sinergia con la vitamina E che svolge la stessa funzione sulla frazione lipidica
  • Interviene nella sintesi e nel mantenimento dell’integrità delle fibre di collagene e di elastina e svolge un ruolo importante nella guarigione delle lesioni cutanee. Ė rassodante e ridensificante.
  • Regolarizza i processi di produzione della melanina, evitando la comparsa di macchie scure e favorendo una pigmentazione omogenea.
  • Protegge il microcircolo.
Antocianine Flavononi (da arance rosse di Sicilia)
  • Studi sperimentali e clinici hanno documentato che il concentrato di queste sostanze (Red Orange Complex) protegge le cellule cutanee (fibroblasti e cheratinociti) e la pelle dai danni prodotti dai radicali liberi e dall’esposizione alle radiazioni ultraviolette (UV).
Escina (per es. estratto di Ippocastano) Cumarina (per es. estratto da Meliloto)
  • Estratti naturali con spiccate proprietà antiossidanti e vasoprotettive sul microcircolo.
  • Contrastano pesantezza e gonfiori agli arti inferiori.
Tirosina
Cistina
Riboflavina
Zinco
Rame
 

  • Sostanze coinvolte nel trofismo cutaneo e nella sintesi della melanina utili per rinforzare il derma e favorire un’abbronzatura più intensa e uniforme durante l’esposizione solare, assicurando una maggiore protezione contro i danni provocati dall’irradiazione solare.
Selenio  

  • Attiva l’enzima glutatione-perossidasi, capace di “spazzare” via i radicali liberi.
Estratto di semi di Vitis vinifera (vite)
  • Contiene sostanze attive capaci di bloccare l’azione di collagenasi, elastasi e ialuronidasi, gli enzimi che degradano il collagene, l’elastina e l’acido ialuronico, favorendo la comparsa di rughe e una generica perdita di turgore ed elasticità cutanea.
  • Ha un’azione protettiva anche sui capillari e viene utilizzato anche nella couperose.
Oryza ceramide estratto dal riso  

  • Svolge una spiccata azione idratante grazie al suo elevato potere igroscopico (trattiene le molecole d’acqua) e alla capacità di aumentare la coesione tra le cellule superficiali.

 

 

A cura di: Carolina De Canevali

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?