Per una corretta igiene è meglio usare un detergente intimo a pH acido o neutro?

Il pH è l’indicatore che misura il grado di acidità: esso è neutro a 7, acido per valori inferiori a 7 e alcalino per valori superiori. Il pH vaginale della donna in età fertile è acido, compreso tra 3,5 e 4,5, perché la flora batterica vaginale normale è composta prevalentemente da lattobacilli, che producono acido lattico. L’acidità del pH contribuisce a sua volta a mantenere stabile la flora batterica vaginale, impedendo o limitando la crescita di specie batteriche patogene, cioè in grado di causare malattie. Quindi, per l’igiene intima è consigliabile usare detergenti che abbiano un pH simile a quello vaginale normale, cioè acido.

Nell’infanzia e dopo la menopausa invece il pH vaginale è più elevato, perché i lattobacilli sono presenti in minore quantità. E’ quindi più opportuno a queste età utilizzare detergenti a pH neutro.

 

Per saperne di più leggi questo articolo:
L’ecosistema vaginale: un ambiente densamente popolato »

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?