Da qualche giorno sento prurito e bruciore alla vagina, soprattutto durante e dopo i rapporti sessuali.

Quale può essere la causa e cosa posso fare per eliminare questo disturbo?

 

Prurito e bruciore dei genitali sono sintomi di un’infezione della vulva e/o della vagina, che di solito è causata da Candida o da Trichomonas.

La candida  è un microrganismo appartenente al genere miceti o lieviti (funghi) e costituisce la causa più frequente di infezione vaginale. I sintomi sono bruciore, prurito, arrossamento, gonfiore e perdite vaginali di colore bianco con aspetto “a latte cagliato”. Nell’uomo può dare irritazione del glande, con bruciore, prurito e lesioni cutanee come puntolini rossi o gonfiore.

La terapia è a base di farmaci antimicotici che possono essere somministrati per via locale o orale. Nelle forme recidivanti di solito si somministra il trattamento anche al partner, anche se è senza sintomi perché può essere un portatore sano in grado di trasmettere l’infezione.

Il trichomonas è un microrganismo in grado di causare perdite giallastre, bruciore e prurito. Si cura con antibiotici per via orale, da somministrare anche al partner anche se asintomatico.

Come vedi, le cause del prurito possono essere diverse: Il mio consiglio, in questi casi, è di farti visitare dal tuo ginecologo, per una terapia personalizzata, basata su una diagnosi certa. Nel frattempo, consiglio dei lavaggi esterni con detergente intimo delicato ad azione antiinfiammatoria e antibatterica.

 

Per saperne di più leggi questo articolo:

Infezioni e infiammazioni vaginali. I rischi quando l’equilibrio intimo si spezza »

 

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?