Quali rischi ci sono per una futura gravidanza nel caso non fosse stata fatta immunoprofilassi anti-d (io sono Rh- e mio marito Rh+)?

Non conosco il gruppo sanguigno della mia bambina che è morta dopo il parto

Se una donna Rh- ha una gravidanza con un uomo Rh+, e il feto è Rh+ come il padre, durante il parto e a volte anche durante la gravidanza ci può essere un passaggio di globuli rossi dal feto alla madre, e la fomazione nella madre di anticorpi anti-D che possono nuocere al feto o in quella stessa gravidanza o nella successiva. L’incompatibilità Rh complica circa il 10% delle gravidanza delle donne Rh- non sottoposte a immunoprofilassi. Attualmente per fortuna le donne Rh negative con partner Rh positivo vengono sistematicamente trattate con l’immunoprofilassi, raccomandata non solo dopo il parto se il neonato è Rh positivo (o di gruppo ignoto come nel tuo caso) ma anche in occasione di minaccia d’aborto, villocentesi o amniocentesi, e alla 28a settimana di gravidanza. Per cui penso che puoi stare tranquilla, sicuramente sei stata sottoposta a immunoprofilassi. Puoi sempre richiedere la cartella clinica per averne la certezza. Nelle donne Rh- durante la gravidanza si esegue periodicamente il test di Coombs indiretto per avere la certezza che nel sangue materno non vi sia la presenza di anticorpi antiD.

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?