Angiopatia

Scritto in Glossario


  1. A
  2. B
  3. C
  4. D
  5. E
  6. F
  7. G
  8. H
  9. I
  10. J
  11. K
  12. L
  13. M
  14. N
  15. O
  16. P
  17. Q
  18. R
  19. S
  20. T
  21. U
  22. V
  23. W
  24. X
  25. Y
  26. Z

Il termine angiopatia identifica qualsiasi malattia che colpisce i vasi sanguigni o linfatici. L’angiopatia può essere arteriosa o venosa in base alla tipologia di vaso che viene colpito. L’angiopatia arteriosa è rappresentata principalmente dai disturbi che derivano dall’aterosclerosi che riduce il calibro dei vasi e quindi il passaggio del sangue. Quando vengono colpiti i grossi vasi arteriosi si parla di macroangiopatie. In particolare, l’aterosclerosi a carico delle arterie coronariche (quelle che nutrono il cuore) provocano angina pectoris e talvolta infarto del miocardio. Se l’arteriosclerosi colpisce le arterie carotidi o quelle cerebrali può determinare un ictus cerebrale con conseguente semiparalisi o paralisi totale; se ad essere colpite sono le arterie degli arti inferiori (per esempio l’arteria femorale) si manifesta un’arterite; l’aterosclerosi dell’aorta può provocare un aneurisma. In casi molto più rari, l’angiopatia arteriosa può essere dovuta ad anomalie congenite del tessuto elastico, uno dei costituenti principali della parete arteriosa o da un’infiammazione estesa della parete stessa.
Le microangiopatie arteriose colpiscono i piccoli vasi arteriosi: in particolare la microangiopatia diabetica colpisce le arteriole e comporta complicanze renali, retiniche o cardiache.
L’angiopatia venosa comprende in sostanza le frequenti varici, flebiti e varicoflebiti. Le varici sono dilatazioni delle vene superficiali degli arti inferiori. Spesso ereditarie, sono considerate antiestetiche e soprattutto possono evolvere in ulcerazioni o, più raramente provocare la rottura delle vene colpite che porta a insufficienza venosa cronica.
L’angiopatia linfatica, una forma molto più rara rispetto alle precedenti, si manifesta con un edema, a livello del braccio o della gamba provocato da un blocco dei linfonodi alla radice dell’arto che quindi impedisce alla linfa di defluire. In casi rarissimi questo blocco può provocare un gonfiore molto evidente (elefantiasi).

Pinterest
Print

Promotion: i Prodotti di Mylan Spa
Email
Print