Ano

ABCDEFGHILMNOPRSTUVZ

Il canale dell’ano è la continuazione dell’intestino retto e il suo tratto di comunicazione con l’esterno. L’ano è lungo 3-4 cm e la mucosa di cui è rivestivo presenta pieghe longitudinali (colonne anali o rettali di Morgagni) che si incontrano a formare diverticoli, le  cosiddette valvole anali, che servono a contenere le feci.
Nelle pareti dell’ano si trovano due forti strati piatti di muscoli, sfintere anale interno e sfintere anale esterno (muscoli del pavimento pelvico), che si rilasciano durante la defecazione. Lo sfintere anale esterno è sotto controllo volontario e ha un tono muscolare costante.

L’aumento della dimensione dei vasi dei plessi venosi della sottomucosa del canale anale porta alla formazione delle emorroidi, una condizione frequente in gravidanza e nelle persone al di sopra dei 50 anni. Le emorroidi si manifestano con prurito analedolore e comparsa di sangue fresco durante la defecazione.

 

L’esame rettale

All’esame rettale, eseguito con l’inserimento dell’indice attraverso l’ano, lo sfintere esterno si stringe intorno al dito. Proseguendo la penetrazione, si attiva anche lo sfintere anale interno, che si stringe anch’esso intorno al dito usato per l’indagine.
Negli uomini, attraverso il canale anale possono essere esaminati, mediante palpazione anche il bulbo del pene, la prostata, le vescicole seminali ipertrofiche, la parte inferiore della vescica e i linfonodi dell’ileo ingrossati.
Nelle donne, sono esaminabili anche attraverso questa via: la cervice dell’utero e, in condizioni patologiche, le ovaie e alcuni legamenti.

 

 

PER APPROFONDIRE

Muscolo elevatore dell’ano »

 

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?