Clamidia

ABCDEFGHILMNOPRSTUVZ

La Clamidia o più correttamente Chlamydia è una delle più comuni infezioni batteriche sessualmente trasmesse sia nelle donne sia negli uomini, soprattutto tra gli adolescenti. I portatori sani sono molto numerosi. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) stima che nel mondo ogni anno vi siano almeno 92 milioni di nuovi casi di infezione. Per l’Europa le stime sarebbero di circa 5 milioni di nuovi casi all’anno. L’infezione è dovuta prevalentemente a un parassita endocellulare: la Chlamydia trachomatis. Spesso si presenta insieme alla gonorrea, un’altra malattia trasmessa attraverso i rapporti sessuali. Nelle donne solitamente infetta la cervice dell’utero ma se non viene trattata opportunamente e in tempo utile può diffondersi all’utero, alle tube di Falloppio, all’uretra, al retto, perfino alla gola e alle congiuntive degli occhi.

 

Sintomi e manifestazioni
La Chlamydia può essere presente in modo del tutto asintomatico (70-80% nella donna; 25-59% nell’uomo). Quando insorgono, i sintomi possono comparire da 2 giorni a 3 settimane dopo il contatto con il partner infetto. La maggior parte dei sintomi nelle donne comprendono:

  • perdita vaginale giallastra (leucorrea)
  • minzione frequente e dolorosa
  • bruciore o prurito nell’area vaginale
  • arrossamento, gonfiore o dolore della vulva
  • dolore pelvico o addominale durante i rapporti sessuali
  • sanguinamento vaginale anomalo (spotting)

Nell’uomo possono comparire:

  • secrezioni del pene
  • dolore o bruciore durante la minzione.

Nessuno di questi sintomi rappresenta un segno esclusivo di infezione da Chlamydia, tuttavia può essere un campanello d’allarme per indurre a consultare un ginecologo.

 

Diagnosi e trattamento

Se hai il dubbio di avere contratto un’infezione da Chlamydia o un’infezione sessualmente trasmessa vai dal ginecologo o al Consultorio per una visita. Ti indicherà quali test eseguire per accertarne la presenza. La Chlamydia può essere facilmente trattata con un trattamento antibiotico per una settimana. Entrambi i partner devono sottoporsi al trattamento ed evitare i rapporti sessuali fino alla fine della terapia. Per essere efficace la terapia va eseguita fino in fondo anche se i sintomi regrediscono prima. Se si interrompe l’assunzione dei farmaci l’infezione può progredire in modo silente. Dopo 3-4 mesi dalla fine della terapia è consigliabile che entrambi i partner facciano un controllo per evitare reinfezioni.

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?