DHA

ABCDEFGHILMNOPRSTUVZ

Il DHA o acido docosaesaenoico è un acido grasso polinsaturo della serie omega-3 che insieme all’acido eicosapentaenoico (EPA) si trova ad alte concentrazioni nel grasso dei pesci che vivono nei mari freddi. Gli acidi grassi omega-3 (DHA ed EPA) sono considerati “acidi grassi essenziali” perché il nostro organismo non è in grado di produrli (o solo in piccolissima parte) e il loro apporto è possibile solo con l’assunzione di alimenti che li contengono.

Gli omega-3 contribuiscono a prevenire l’aterosclerosi, a mantenere la “flessibilità” delle pareti dei vasi arteriosi e delle membrane cellulari (più la membrana è flessibile, più questa mantiene la sua “giovinezza”) e a ridurre i livelli di lipidi nel sangue; contrastano fenomeni che accelerano l’invecchiamento; il DHA, in particolare, è un costituente importante delle membrane di organi specializzati, il cervello e la retina, dei quali influenza lo sviluppo e la funzionalità. Per questo, l’assunzione di livelli adeguati di DHA durante la gravidanza e l’allattamento è importante per garantire lo sviluppo fetale e la crescita corretta del bambino.

Nel 2010, l’autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), su richiesta della Commissione Europea ha stabilito che per lo sviluppo della vista, per i bambini dal 7° mese di vita fino ai 24 mesi, sono necessari 100 mg al giorno di DHA, mentre per le mamme durante la gravidanza e l’allattamento l’apporto di DHA con la dieta dovrebbe essere incrementato di 100-200 mg. Tali concentrazioni sono state condivise anche dal gruppo di esperti supportati dalla FAO e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità in un documento congiunto pubblicato nel 2009 sul ruolo dei grassi e degli acidi grassi nella nutrizione umana.
Tutti i benefici degli omega-3 sono supportati da una vasta mole di lavori scientifici che hanno confermato come una dieta ricca di alimenti ad alto tenore di questi acidi grassi polinsaturi si associ alla riduzione del rischio di sviluppare malattie croniche non solo cardiovascolari ma anche neurodegenerative, su base infiammatoria e immunitaria. In commercio esistono numerosi integratori a base di omega-3.

L’offerta globale di integratori alimentari a base di omega-3 è molto varia e può, talvolta, confondere nel momento della scelta. Insieme a prodotti di elevata qualità, si possono trovare prodotti non regolamentati e/o di basso livello tecnologico, prodotti che esagerano nelle promesse e così via. La cosa migliore è sempre quella di chiedere consiglio al proprio farmacista o medico curante che valutando lo stato di salute individuale indicherà il prodotto più adatto.

 

Livelli di omega-3 in diversi alimenti (g/100g)

 

EPA

DHA

EPA+DHA

Salmone

1,008

0,944

1,952

Aringa

0,709

0,862

1,571

Acciuga

0,538

0,911

1,449

Sgombro

0,329

1,012

1,341

Trota

0,260

0,668

0,928

Pesce spada

0,108

0,531

0,639

Branzino

0,161

0,434

0,595

Calamari

0,146

0,342

0,488

Cozze

0,188

0,253

0,441

Sogliola

0,093

0,106

0,199

Merluzzo

0,064

0,120

0,184

Uova

0,004

0,037

0,041

Fonte: USDA Food Composition Data 2010

 

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Italia S.r.l.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?