Forfora

ABCDEFGHILMNOPRSTUVZ

La forfora è l’inestetica desquamazione del cuoio capelluto in forma di grosse squame causata da un’eccessiva produzione di corneociti (cellule dello strato corneo). Non si tratta di una patologia, almeno fino a quando non subentrano complicanze ma di una moderata infiammazione delle cellule epidermiche che circondano l’ostio follicolare. Pare che all’origine della forfora ci sia l’attività di un lievito, il Pityrosporum ovale. La forfora può essere secca o grassa.

La forfora secca si manifesta con scaglie sottili di colore grigiastro e dall’aspetto secco e farinoso, e si presenta uniformemente su tutto il cuoio capelluto. Può essere causata da un uso abituale di prodotti per capelli troppo aggressivi, da carenza di ceramidi (grassi che proteggono il cuoio capelluto) e cheratina (proteina della pelle), da stress e disturbi correlati o da psoriasi. La cura si basa sull’eliminazione del fattore scatenante e sull’uso di shampoo e lozioni specifici.

La forfora grassa si caratterizza per le grosse squame (superiori ai due millimetri), giallastre, untuose e appiccicose, accompagnate da prurito, soprattutto dietro le orecchie e sulla sommità della testa. È quasi sempre dovuta alla dermatite seborroica. Per curarla si usano generalmente oli shampoo delicati e prodotti contenenti catrame, zolfo e zinco piritione; possono essere prescritti per brevi periodi lozioni a base di cortisonici e farmaci per bocca.

Si consiglia di non usare shampoo sgrassanti perché, anziché ridurre il sebo, si rischia di aumentarlo.

 

PER APPROFONDIRE

Capelli grassi, forfora e seborrea: come prendersene cura »

 

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?