Glicogeno

ABCDEFGHILMNOPRSTUVZ

Il glicogeno è un glucide (sinonimi: carboidrato, zucchero) costituito da lunghissime catene ramificate di molecole di glucosio (sin: destrosio, lo zucchero che si utilizza in cucina). Il glicogeno rappresenta la principale riserva di glucosio dell’organismo. La sua sintesi, chiamata “gliconeogenesi”, avviene nel fegato e nei muscoli, a partire soprattutto dal glucosio, ma anche da altri glucidi. La degradazione del glicogeno (detta “glicogenolisi”) è l’operazione inversa che si conclude con la liberazione del glucosio di cui i muscoli si servono per produrre l’energia necessaria alla contrazione. Il fegato, a sua volta, rilascia il glucosio nel sangue, mettendolo così a disposizione di tutti gli organi, che lo captano e lo consumano in base al proprio fabbisogno energetico.
Il glicogeno entra in gioco anche nella regolazione del pH vaginale. Come noto l’acidità dell’ambiente vaginale viene assicurata dall’attività dei lattobacilli (bacilli di Döderlein), che scindono il glicogeno presente nelle mucose in acido lattico. Poiché la quantità di glicogeno è modulata dagli ormoni estrogeni, il pH vaginale varia coerentemente con le variazioni ormonali tipiche della vita femminile: nell’età fertile, durante il ciclo mestruale, durante la gravidanza e in menopausa.

 

 

 

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Italia S.r.l.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?