Obesità

ABCDEFGHILMNOPRSTUVZ

L’obesità è una malattia cronica determinata da un eccesso di massa grassa distribuita nei vari distretti corporei. È senza dubbio il disordine nutrizionale più frequente nel Mondo Occidentale e nei Paesi ricchi, tuttavia sta aumentando anche nei Paesi emergenti. In Italia, in particolare l’obesità infantile è un problema di rilevanza sociale, soprattutto nelle Regioni del Sud Italia, che prelude ad un società futura di adulti con obesità e diabete di tipo 2, due malattie croniche che sono strettamente legate (diabesità).

 

I gradi dell’obesità

Maggiore è l’eccesso di grasso, in particolare sulla pancia e maggiore è il rischio di possibili malattie concomitanti importanti che mettono a rischio la propria salute.
L’eccesso di grasso si misura con due parametri, l’Indice di Massa corporea (BMI) (→ vedi come si calcola e i diversi gradi di sovrappeso/obesità) e la Circonferenza Vita o Girovita (→ vedi valori normali da non superare).

 

L’obesità viscerale

Nell’obesità a mela”, tipica dell’uomo e della donna in menopausa e post-menopausa, il grasso si distribuisce prevalentemente sul tronco e intorno alla vita (grasso viscerale o grasso addominale); nell’obesità “a pera”, più tipica delle donne giovani e in età fertile, il grasso tende a distribuirsi soprattutto su fianchi e cosce. Il grasso viscerale è più pericoloso per la salute, per il rischio di insorgenza di malattie cardiovascolari, come cardiopatia coronarica, diabete di tipo 2, ipertensione arteriosa, dislipidemie, difficoltà respiratorie, soprattutto di notte, come la sindrome delle apnee notturne (OSAS), tumori, problemi alla colonna vertebrale e alle articolazioni di ginocchia e anche, dovuti all’eccesso di peso.

 

Le cause dell’obesità

Molteplici fattori concorrono a determinare l’obesità: alcuni genetici, costituzionali e altri ambientali (stile di vita, dieta, comportamento alimentare, attività fisica, fattori socio-economici e familiari). Tutti concorrono in modo diretto o indiretto ad alterare l’equilibrio dello stato nutrizionale cioè il rapporto tra introito di calorie e consumo energetico, a sfavore di quest’ultimo. Spesso, i disturbi del comportamento alimentare (binge eating, fame nervosa, fame compulsiva, bulimia nervosa etc possono concorrere all’insorgere dell’obesità, fino ad esserne i principali responsabili e/o aggravare questa condizione patologica.

 

La cura dell’obesità

L’obesità è una malattia cronica multifattoriale, per questo il suo trattamento va affrontato insieme ad un team multidisciplinare di professionisti dedicati in Centri specializzati per la cura dell’obesità. Il trattamento consiste almeno inizialmente in una restrizione calorica con una dietoterapia specifica, da stabilirsi caso per caso, indicata dal Nutrizionista del team, associata ad un programma di attività fisica personalizzato. Spesso è necessario ricorrere a farmaci che aumentino il senso di sazietà o che riducano l’assorbimento intestinale di grassi. In parallelo, non va trascurato l’approccio psicologico che si avvale di numerose tecniche cognitivo-comportamentali e di altre risorse.

Nei casi di obesità patologica (indice di massa corporea superiore a 40 oppure a 35 quando l’obesità è in presenza di malattie croniche secondarie, come diabete di tipo 2, ipertensione, dislipidemia, etc) è indicato ricorrere alla chirurgia bariatrica, in cui gli interventi mirano alla perdita di peso in primo luogo ma anche al mantenimento del risultato ottenuto. Quello chirurgico è un percorso molto impegnativo, che richiede pazienza e grandissimo impegno da parte del paziente. Affinché la terapia chirurgica sia efficace, occorre una forte motivazione da parte del paziente e la sua piena collaborazione a lungo termine con il team di cura.

 

 

PER APPROFONDIRE

– Obesità: numeri e fatti »

– Obesità infantile: il primo posto in Europa »

– Obesità infantile: la pubblicità del junk food aumenta il rischio »

– L’obesità patologica – Appuntamento con lo specialista »

– Obesità giovanile e celiachia »

 

– Troppi chili in gravidanza aumentano il rischio di obesità infantile »

– Anoressia e bulimia: i dati dei maggiori disturbi del comportamento alimentare »

– Apnee notturne »

 

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?