Raggi UVA e UVB

ABCDEFGHILMNOPRSTUVZ

Il raggi UV sono radiazioni ultraviolette (cioè, che si trovano oltre la frequenza del violetto visibile per l’occhio umano) che, con diverse lunghezze d’onda sono causa della tanto ambita abbronzatura. Gli effetti di questi tipi di luce sull’organismo sono diversi, così come diversa è la modalità di assorbimento.

I raggi UVB sono più energetici, hanno una lunghezza d’onda compresa tra i 290 e i 320 nanometri, vengono assorbiti a livello dell’epidermide ma non penetrano nel derma, sono responsabili di eritemi, scottature e ustioni solari e sono coinvolti nella genesi del melanoma. Si concentrano soprattutto nel periodo estivo e in particolare nelle ore più centrali della giornata (11-16). I raggi UVB sono schermati dai vetri.

I raggi UVA sono meno energetici degli UVB ma sono costanti nel corso di tutto l’anno. Non provocano eritema e scottature ma danni a lungo termine, perché raggiungono anche il derma profondo e sono correlati alla fotocarcinogenesi (tumori cutanei indotti dalle radiazioni solari) e al fotoinvecchiamento (photoaging). Hanno una lunghezza d’onda compresa tra i 320 e i 400 nanometri. I raggi UVA non sono schermati dai vetri.

 

 

PER APPROFONDIRE

– I pericoli del sole »

– Fototipi e fotoprotezione »

– Benvenuta estate, tempo di protezione »

– Alimentazione e fotoprotezione »

– Quando la vacanza lascia il segno »

– Lettini solari e lampade, quanto sono pericolosi? »

– 7 alimenti amici della tintarella »

 

 

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?