Ritenzione idrica

ABCDEFGHILMNOPRSTUVZ

La ritenzione idrica (ritenzione di liquidi) si verifica quando accumuliamo liquidi e tossine che non riusciamo a smaltire. La ritenzione di liquidi causa gonfiore dei tessuti, con accumulo di liquidi (acqua, sali, tossine) negli spazi tra una cellula e l’altra. Le dita, le gambe, le caviglie ma anche il seno, lo stomaco si gonfiano. La ritenzione idrica interessa soprattutto le donne e si manifesta in particolare nel periodo prima del ciclo mestruale o durante. In alcune donne il fenomeno è particolarmente accentuato tanto da provocare a ogni ciclo mestruale un aumento di peso anche di uno-due chili.

 

Quali sono le cause?

Le cause di ritenzione idrica possono essere diverse: alimentazione sregolata, abuso di sale, vita sedentaria, carenza di minerali come potassio e magnesio, ipersensibilità verso alcuni alimenti, squilibrio tra ormoni estrogeni e progestinici, contraccettivi ormonali, stitichezza, intossicazione, stress, cattiva circolazione con aumentata permeabilità dei capillari. Anche i livelli eccessivamente alti di prolattina che si manifestano in alcune donne nei giorni precedenti la mestruazione, può causare ritenzione idrica, oltre a dolore a livello mammario (mastite).

 

 

PER APPROFONDIRE

– Meno sale, più salute »

– Ancora troppo sale nell’alimentazione degli italiani »

 

 

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?