Quando il lavoro fa male

Torna all'indice infografiche

Nel mondo in cui viviamo oggi sembra vigere un imperativo più o meno tacito, dettato dal modello di società in cui stiamo accettando di vivere, che sembra costantemente dirci: dài di più! Non fermarti! Vai oltre il tuo limite! Lo stress fisico e psichico che ciò comporta è altissimo per tutti; è un ingrediente talmente comune della nostra vita che lo ritroviamo dappertutto, soprattutto nell’ambiente lavorativo.
Ogni volta che ci arrabbiamo, ogni volta che percepiamo una paura, ogni volta che subiamo un conflitto emozionale, ogni volta che siamo in ansia per una prestazione, il nostro corpo reagisce attivando il suo sistema di sicurezza che gli suggerisce di attaccare, scappare o congelarsi anche se non c’è nulla di apparentemente pericoloso, anche se il pericolo è solo potenziale e a livello mentale. Ogni situazione di stress implica la scarica di adrenalina (che ha, fra le altre, anche la capacità di non far sentire il dolore), maggiore affluenza di sangue dagli organi ai muscoli, aumento del tono muscolare e molte altre reazioni. Molte persone sotto stress sul lavoro manifestano problemi di salute e uno stato cronico di allerta: ne parliamo nell’infografica.

 

LEGGI ANCHE

 

 

Quando il lavoro fa male

 

Grafica a cura di Alice Borghi (2014)
Revisione e aggiornamento a cura della Redazione ED – 14 febbraio 2019

 

Scarica il PDF dell’infografica su quando il lavoro fa male:

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?