Lavoro a maglia, ritorno in grande stile

Maglia-mania contro lo stress

Il lavoro a maglia (o knitting, dall’inglese knit, punto dritto) è una delle tante manie d’importazione, che sembra però non volersi sgonfiare. Anzi, in questi ultimi anni si è assistito ad una vera e propria crescita del fenomeno: solo negli Stati Uniti – dove l’arte del lavoro ai ferri è gloriosamente risorta dalle sue ceneri – si contano oltre 25 milioni di appassionati. Tante le ragioni del successo, in primis il fatto che venga considerata una sana (ed economica) terapia antistress. Sembra infatti che il lavoro a maglia, spostando la concentrazione su ferri e gomitoli, riesca ad alleviare le tensioni, allenti lo stress e distenda i nervi.
Sarà per il senso di quiete che trasmette, sicuro rifugio dalla frenesia della quotidianità: alcune ricerche hanno addirittura evidenziato come le pulsazioni diminuiscano e la pressione cali leggermente mentre si lavora ai ferri. Quasi meglio di un ansiolitico, si direbbe. E senza effetti collaterali.

Che siate esperte di punti e gomitoli, oppure siate tra quelle che perdono (letteralmente) il filo tra crochet, rovescio e maglia a due dritti, lavorare ai ferri può essere un’importante occasione di socializzazione. Con le amiche, ad esempio, per incontrarsi e fare quattro chiacchiere, sferruzzando amabilmente. O con persone che non si conoscono ma che condividono la stessa passione, per riscoprire il piacere di fare nuove amicizie, ma lontano da chat, twit e social network. Nei caffè, nelle gallerie d’arte, negli showroom è un dilagare del fenomeno: gruppi sempre più numerosi di appassionati si danno appuntamento nei locali di tendenza. Soprattutto nei maggiori centri urbani, è un fiorire di knit cafè, locali che nascono proprio con l’intento di promuovere l’incontro tra gli amanti della maglia. Ambienti confortevoli e rilassanti, dove poter persino partecipare a corsi gratuiti, con tanto di insegnante di maglia. Insomma, sono sufficienti un gomitolo, un paio di ferri e la voglia di divertirsi. Così, tra un cappuccino e una chiacchiera, magari, ci si porta a casa una sciarpa fatta a mano. O un’opera d’arte.

L’arte… del dritto e del rovescio
Da tempo spopolano in giro per il mondo correnti artistiche che trovano nei ferri e nella lana una nuova – sebbene classica, al contempo – forma di espressione. Ad esempio il Knitta, Please, la nuova frontiera della street art a maglia, un movimento made in USA (ça va sans dire) che vede diversi artisti impegnati a…“vestire” le proprie città con maglieria fatta a mano: lampioni, parchimetri, piloni di cemento rinascono a nuova vita grazie a coperte multicolore dalle forme improbabili o a sciarpe extra-large. Ma anche da noi, come ogni tendenza d’ importazione che si rispetti, l’arte incontra la maglia.
È il caso di Do-Knit-Yourself del NABA (Nuova Accademia di Belle Arti di Milano), nato come laboratorio per gli studenti del secondo anno e diventato in pochi anni un progetto nazionale di moda e design, incentrato sui temi di fondo che sono alla base della diffusione della creatività di massa. Con il patrocinio della Triennale di Milano (nel Design Cafè della Triennale si organizzano – regolarmente – incontri per appassionati e dilettanti).

Insomma, è chiaro che tirar fuori un maglioncino o farsi un cappellino di lana sia l’ultimo degli obiettivi di questa nuova tendenza. E le star di Hollywood sembrano averlo capito prima di tutti, contribuendo al suo (ri)lancio planetario. Il ticchettio regolare dei ferri che si scontrano scandisce sempre più di frequente i tempi tra un ciak e l’altro: non è difficile vedere le celebrities in pausa sul set che passano il tempo…sferruzzando. A far da apripista è stata Sarah Jessica Parker durante le riprese del telefilm Sex & the City. Seguita poi a ruota da uno stuolo di vip del calibro di Uma Thurman, Julia Roberts e… Russell Crowe. Si, avete letto bene: sembra che il virilissimo gladiatore si diletti a lavorare a maglia. A riprova del fatto che anche gli uomini si siano lasciati trascinare nella gomitolo-mania.

 

A cura di Alessandra Ratti

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Italia S.r.l.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?