Prendersi cura di sé, senza sensi di colpa

In un mondo frenetico e agitato come quello in cui viviamo, prendersi cura di sé è sempre più difficile: siamo tutti, costantemente, alla ricerca di una vita sana, ma – e questo capita soprattutto a noi donne – prendersi cura di sé spesso genera sensi di colpa.
Ecco cinque segreti per imparare a prendervi cura di voi, in completo benessere e senza vivere fastidiosi e negativi sensi di colpa.

 

Vi ritrovate a chiedervi se non avreste potuto impiegare quel tempo dedicato a voi per la cura della casa o per sbrigare quella faccenda lasciata in sospeso, causando una spirale negativa che anziché farvi rigenerare, vi danneggia generando sensi di colpa.
La risposta alla domanda che in questi i casi vi ponete è: NO! Non avreste potuto impiegare il tempo in modo migliore.

La ricerca di una vita sana è un tema molto discusso e di cose, in proposito, se ne dicono davvero tante, ma una cosa è certa: lo stile di vita che pratichiamo ogni giorno è (spesso) deleterio per il nostro organismo.
Si va sempre di corsa, si è sopraffatti da una routine sbagliata, si vive attaccati alla (e dalla) tecnologia e in costante contatto con i social network, che possono portare a condurre una vita “finta” e virtuale.

Le regole per vivere una vita sana e quindi per imparare a prendersi cura di sé, però, ci sono. Basta volerle vedere e metterle in pratica.

 

Ecco, di seguito, solo alcune delle regole che possiamo considerare “base”: ovviamente ognuno di voi dovrà trovare lo stile che più si adatta alla propria personalità e al proprio savoir vivre e scegliere di conseguenza le regole che preferisce, tuttavia queste sono quelle che si possono modellare su tutti e che possono insegnare a generare il benessere psicofisico che tutti auspichiamo.

  • Mangiare sano: oggi si prediligono i cibi da fast food, ma questa pratica, oltre che deleteria per la salute, fa male anche al portafogli, visto il costo di questi pranzi-pronti. Se avete l’abitudine di pranzare alla tavola calda vicino al lavoro insieme alle colleghe, bene, fatelo pure, ma abbiate l’accortezza di scegliere cibi salutari come un’insalata o delle verdure di stagione. Utilizzate questo tempo per rigenerarvi e concedetevi qualche minuto in completo isolamento.

 

  • Moderare il sale: il consumo massimo consigliato è di 5 g al giorno e limitando il sale, oltre ad ottenere benefici per la salute, inizierete a sentire sapori diversi che spesso vengono nascosti dal sale. Inizialmente vi sembrerà di non amare il gusto dei piatti, ma poi – certamente – sarà come se i cibi prendessero nuovo colore e forma all’interno della vostra bocca.

 

  • Respirare profondamente: una respirazione non corretta, l’ansia e lo stress vanno a braccetto e spesso quando si presenta una, si riscontra anche l’altra. Respirando nella maniera corretta il corpo si ossigena, l’ansia e lo stress spariscono e il sistema nervoso parasimpatico si rilassa immediatamente. Fate almeno cinque respiri profondi al giorno, concentrandovi sulle sensazioni che provate inspirando l’aria fresca: chiudete gli occhi e poggiate una mano sulla pancia. Abbassate le spalle, cercando di rilassarle il più possibile (un buon metodo è quello di provare ad abbassare le scapole) e inspirate profondamente dal naso. A questo punto trattenete l’aria per quattro secondi e poi espirate dalla bocca. Ripetete questo esercizio per cinque volte ogni giorno, potete farlo ovunque vi troviate: anche in coda a un semaforo rosso, perché no?

 

  • Aprire la mente: questa è sicuramente tra le regole più importanti per una vita sana e per imparare a vivere senza sensi di colpa il prendersi cura di sé. Mantenere una mente aperta fa bene all’anima, al corpo, alla salute. Concentratevi su affermazioni positive (di cui parleremo tra poco), frequentate un corso, leggete libri e passeggiate all’aria aperta.Inoltre, sforzatevi di capire gli altri, di comprendere e rispettare il pensiero altrui, anche se estremamente lontano dal nostro; parlate con calma e praticate l’educazione e l’amore.

 

  • Le affermazioni positive: circondarsi di questo tipo di affermazioni è il pilastro fondamentale del riuscire a vivere il proprio benessere senza sensi di colpa.

 

Vi sembrerà assurdo, ma le affermazioni positive possono aiutare. E molto. Non solo nei casi in cui un bambino abbia la febbre o il capo ci abbia fatto una sfuriata, ma in tutte le situazioni in cui ci lasciamo prendere dallo sconforto e tutto sembra scivolarci dalle mani. Queste, perché facciano il loro dovere e sortiscano il loro benefico effetto, devono essere ripetute in maniera costante e possibilmente di mattina appena svegli.

In fondo, se le affermazioni negative hanno (generalmente) tanta presa sulla nostra mente, perché non dovrebbero averla altrettanto anche quelle positive? Perché abbiamo fatto sì che le affermazioni negative diventassero un intercalare del nostro linguaggio, mentre quelle positive una rara eccezione? Non credete debba essere il contrario?

 

Ecco alcune delle affermazioni che è opportuno e benefico dire (ad alta voce) ogni mattina, e al bisogno.

  • Andrà tutto bene.
  • Sono una donna forte.
  • La mia mente è in pace.
  • Tutto ciò che mi circonda è fatto d’amore.
  • Sono bella.
  • Io mi amo.

 

Certamente, tra tutte, l’ultima è quella che dovreste ripetere più spesso perché non ci si ama mai abbastanza. E invece dovreste perché avete davvero tante ragioni per farlo. Senza sensi di colpa.

 

 

A cura di Ilaria Quaresima
Dottore in Giurisprudenza, Consulente del lavoro ed Esperta di Counselling Psicologico

 

LEGGI ANCHE

– Esercizi antistress »

– Donne & stress »

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?