Il "rito" del cambio del pannolino

Per prima cosa è necessario assicurarsi che il luogo dove cambi il tuo bambino sia sicuro e confortevole. Per questo verifica che non vi siano finestre aperte d’inverno o correnti d’aria e che di conseguenza la temperatura della stanza non sia troppo fredda. Il luogo ideale dove cambiare il bambino è il fasciatoio o tutt’al più il letto. Prima però di effettuare il cambio è buona norma assicurarsi di avere tutto l’occorrente già pronto e a portata di mano, per non essere costrette ad effettuare strane acrobazie reggendo con una mano il bambino ed andando con l’altra alla ricerca di pannolini, creme, salviettine e quant’altro.

Una volta, quindi, che il luogo dove verrà effettuato il cambio è stato preparato e che tutto l’occorrente è disponibile, si può procedere con lo svestire il bambino. Idealmente l’occorrente base dovrebbe consistere in: un pannolino pulito, un latte detergente o un olio detergente, l’acqua o dove ciò non sia possibile una salvietta umidificata, una crema barriera ed i vestiti per il cambio.
 

Il primo passo nel prendersi cura della pelle del proprio bambino, durante il cambio, consiste nel rimuovere sporco e bisogni appena tolto il pannolino. Questa non è un’operazione così scontata come si potrebbe credere, infatti è necessario prestare molta attenzione ad alcuni particolari:

  • È preferibile appoggiare il bambino su un tessuto morbido e delicato che lo rinfrancherà e gli darà una piacevole sensazione sulla pelle.
  • È meglio utilizzare un latte o un olio detergente che non contenga molecole detergenti aggressive o schiumogene e profumo, perchè potrebbero irritare la sua pelle, che come sai, è particolarmente sensibile e delicata.
  • Se usi l’acqua per rimuovere lo sporco, controlla prima la sua temperatura ed una volta lavato tampona delicatamente la sua pelle con un tessuto sempre molto morbido.
  • Se rimuovi lo sporco con delle salviette umidificate utilizza quelle qualitativamente più morbide e controlla che non vi siano profumi o quantità di alcool eccessive.

Il secondo passo, dopo averlo lavato, consiste nel controllare accuratamente lo stato della pelle del tuo bambino. Infatti, a seconda che presenti arrossamenti o no, i trattamenti sono diversi. Nel primo caso è necessario applicare una crema altamente lenitiva e protettiva, ovvero con una più alta percentuale di ossido di Zinco per dare sollievo e prevenire altre forme di rossore. Nel secondo caso basta applicare una crema protettiva più leggera per mantenere la sua pelle sana e integra.

Il terzo passo consiste nel verificare accuratamente, prima di applicare la crema, che sulla sua pelle non vi siano residui di sporco poichè, altrimenti, il rischio è di provocare più danni che benefici. Infatti l’azione della crema protettiva è quello di formare un sottile film-barriera che, aderendo perfettamente alla pelle pulita, ostacoli efficacemente il suo contatto diretto con feci e urine. La stessa crema applicata sullo sporco residuo, lo “fissa” sulla pelle provocando un contatto lungo ed indesiderato che faciliterà irritazioni ed arrossamenti.
Una volta rimosso accuratamente lo sporco, fatto il controllo dello stato della pelle del tuo bambino ed applicata la crema protettiva-barriera più adatta in quel momento, sollevalo delicatamente per le caviglie e fai scorrere il pannolino pulito sotto il sederino. Ora puoi rivestirlo.
In ultimo, ma non per questo di minore importanza, non dimenticare l’importanza di creare un’a tmosfera piacevole durante il “rito” del cambio del pannolino, infatti come già ti avevamo accennato esso coinvolge fortemente anche la sua sfera emotiva; quindi parla sempre e dolcemente con il tuo bambino. Una buona idea potrebbe essere quella di mettere nella stanza una musica rilassante o dargli/le un giocherello per intrattenerlo ed evitare che si agiti durante il cambio. Un rito semplice e quotidiano che le mamme fanno molte volte durante il giorno. Un momento per stare insieme e trasferirgli amore e serenità.

 

A cura di: Elena Magni
 

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?