Pasqua in arrivo: i consigli dei pediatri per la salute del bambino

 

 

I pediatri della SIPPS, Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, offrono preziosi consigli su come trascorrere al meglio le vacanze in vista della Pasqua: l’attenzione alla salute del bambino non deve mancare neanche durante le festività.

 

Vacanza significa riposo

In occasione delle vacanze del periodo pasquale, la Sipps diffonde importanti consigli per trascorrere le festività in serenità, ma con la dovuta attenzione al riposo, all’alimentazione e alla gestione del tempo e della sicurezza dentro le mura domestiche per il bambino.

Come sottolinea il dottor Giuseppe Di Mauro, presidente Sipps: “Le vacanze di Pasqua sono un’occasione di riposoritrovo e svago ma possono anche essere spunto di buoni propositi. È giusto che ci siano i momenti esuberanti, di gioco e distrazione, ma nel rispetto delle esigenze dei piccoli, che, per esempio, hanno il proprio bisogno fisiologico di sonno e non devono essere esposti a stimoli sonori dannosi.

Le vacanze, infatti, dovrebbero essere innanzitutto un’occasione di riposo mentale e fisico per il bambino, un periodo di serenità da trascorrere in famiglia per ricaricare le energie in vista degli ultimi mesi di scuola, prima della pausa estiva.

  

Pasqua e dolciumi: attenzione a non esagerare!

Ogni festività che si rispetti, si sa, viene celebrata intorno a una tavola imbandita: cioccolato e colombe sono i protagonisti indiscussi della Pasqua. Concedersi qualche svizio in queste occasioni è giusto, ma bisogna sempre stare attenti a non esagerare, soprattutto per rispettare la maggiore sensibilità del corpo del bambino.

“Qualche trasgressione dopo i 15-18 mesi può essere concessa”, afferma Di Mauro, “ma non dimentichiamo che l’organismo del bambino ha bisogno di regolarità. Al bando, quindi, la monotonia e gli eccessi di ogni genere: cerchiamo di trovare e mantenere sempre una giusta mediazione, evitando di lasciare a sua immediata disposizione cioccolatocolomba e altri dolciumi. Sulle tavole imbandite diamo un giusto risalto alla frutta, più ricca e variegata in primavera, che apporta sempre un tocco di colore e allegria, e, pur nel rispetto delle tradizioni regionali, cerchiamo di non far mancare ai bambini un giusto apporto di fibre, vitamine e sali minerali. Non dimentichiamo che molti bambini, ogni anno, giungono in pronto soccorso per pasticci e abbuffate o, se si preferisce, per la classica ‘indigestione‘.”

 

La salute del bambino

In primavera è necessario prestare particolare attenzione agli sbalzi di temperatura, che possono provocare raffreddore e malessere nel bambino.

Come sottolinea il dott. Piercarlo Salari, pediatra della Sipps, “l’influenza è in calo, ma non è ancora del tutto passata e sono in circolazione molti virus che danno luogo a sintomi simili, con i quali talvolta si possono embricare e confondere episodi di allergia. L’instabilità meteorologica, con improvvisi sbalzi di temperatura, può rappresentare un’insidia e favorire l’insorgenza di irritazioni delle alte vie aeree”.
Questo aspetto va tenuto in considerazione soprattutto perché il periodo pasquale si presta bene come occasione per trascorrere più tempo all’aria aperta, a contatto con la natura e con i propri coetanei.

Il consiglio dei pediatri della Sipps è sempre quello di diversificare il più possibile le attività nel corso della giornata. “Per quelli che vanno a scuola”, afferma il dott. Salari, “incombe sempre l’onere dei compiti: un giusto assetto delle giornate consente di sbrigare con gradualità anche gli impegni meno piacevoli, apprezzando così tutti i momenti ed evitando l’acquisizione di abitudini difficili e non meno faticose da correggere”.

 

I consigli degli esperti della Sipps

Vediamo ora alcuni suggerimenti concreti forniti dai pediatri della Sipps per affrontare al meglio le vacanze di Pasqua:

  • Scegliere giocattoli a norma, certificati dal marchio CE, e prestare attenzione al loro corretto utilizzo, soprattutto nei più piccoli per quanto riguarda la “sorpresa” dell’uovo di cioccolato. Ma il tema della sicurezza riguarda anche la pratica di sport e attività all’aperto, che devono essere sempre supervisionate da un adulto, utilizzando le dotazioni protettive necessarie.
  • Far trascorrere ai propri bambini almeno un paio d’ore all’aria aperta: troppo spesso, infatti, si incantano davanti a cartoni animati, computer, videogiochi o davanti allo schermo di uno smartphone. Le attività all’aria aperta favoriscono la salute fisica e mentale del bambino e aumentano le occasioni di socializzazione con i coetanei.
  • Sfruttare le vacanze come momento di convivialità e di unione rispettosa di tutti i componenti della famiglia: trascorrere più tempo insieme spesso diventa un pretesto di sfogo di conflitti e di tensioni familiari. È fondamentale, però, che i genitori evitino di discutere di fronte ai propri figli per minare la meritata serenità del bambino in vacanza.

Seguendo questi semplici consigli, la Pasqua sarà più dolce per tutti!

 

LEGGI ANCHE

– Le regole del buon sonno: vademecum da 1 a 3 anni »

– Le regole del sonno, dai 6 ai 12 anni »

– I benefici del cioccolato fondente »

– Giocare all’aperto: tutti i (buoni) motivi per farli uscire di casa »

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?