Unghie in salute

Mani curate e ben tenute sono un ingrediente fondamentale della bellezza di ogni donna: un possibile strumento di seduzione, un sicuro biglietto da visita. E ancora di più lo sono le unghie, riflesso da un lato delle attenzioni che dedichiamo a noi stesse, dall’altro del nostro stato di salute. Tutti buoni motivi per prendersene cura, a tutto tondo.

Per averle sempre impeccabili, è essenziale adottare regolarmente alcuni accorgimenti estetici e utilizzare prodotti adeguati. Innanzitutto, è importante fare regolarmente una manicure completa e frizionarle con olio di oliva, che ha un’azione rinforzante e nutriente.
Secondo un’antica ricetta, poi, un altro ottimo rimedio per renderle più forti, lucide e luminose è massaggiarle con succo di limone.

Attenzione, invece, a non esagerare con lo smalto; in commercio esistono smalti indurenti che rafforzano le unghie e le proteggono dagli agenti esterni, ma è consigliabile lasciarle periodicamente “al naturale”.
Tutto questo, però, può non essere sufficiente, perché le unghie, per essere belle, devono prima di tutto essere sane. Le unghie in buona salute hanno una superficie liscia, uniforme e lucente, colorito rosato e devono essere dure e resistenti, ma al contempo elastiche e flessibili.
Al contrario, unghie fragili, che si rompono al minimo urto, e si sfaldano facilmente possono essere indice di qualcosa che non va nell’organismo. Impariamo allora a guardarle con attenzione, perché sono specchi della nostra salute e ci dicono come stiamo. Ogni variazione di struttura, forma e colore non va trascurata, non solo per ragioni estetiche, ma perché può fornirci indizi preziosi sullo stato del nostro organismo.

Unghie fragili, sottili, opache, per esempio, possono essere spia di eventuali deficit alimentari, rivelando che al corpo mancano sostanze nutritive importanti – minerali quali ferro, rame, zinco e selenio, soprattutto, e vitamine come la A, la B6 e la E – magari a causa di una dieta troppo drastica o di un’alimentazione inadeguata. Ma il problema di fondo può anche essere altro: malattie debilitanti, trattamenti farmacologici prolungati, manicure troppo aggressive, immersioni frequenti in acqua molto calda, contatto prolungato con detersivi e solventi.
Qualunque siano le cause, come rimediare? Innanzitutto, evitando le abitudini scorrette, proteggendo sempre le mani con guanti di gomma, meglio se rivestiti internamente di cotone, quando si fanno i lavori di casa. Ma la parola d’ordine per avere unghie sane e quindi belle è una: stare attente a come mangiamo, per nutrirle e rinforzarle prima di tutto dall’interno. È essenziale, infatti, assumere i principi nutritivi necessari all’organismo per la produzione dei costituenti fondamentali dell’unghia.

Il principale è la cheratina – la stessa proteina di cui sono fatti i capelli – che le rende dure e compatte, ma non è l’unico. Le unghie, infatti, sono formate anche per un buon 20% da acqua e da sali minerali, vitamine e lipidi, che nel loro insieme conferiscono elasticità e resistenza.
Per garantirsi un apporto adeguato di tutte queste sostanze, nella dieta non devono mancare carne rossa e frutta secca, ma anche latticini, legumi, uova, pesce, riso e pasta integrali. E per fare il pieno di vitamine e minerali, largo a frutta e verdura. Infine, non dimenticare di bere molta acqua, un gesto indispensabile per idratare adeguatamente le unghie ed evitare che si sfaldino facilmente.
Se però, nonostante la dieta equilibrata, il problema non si risolve, allora è possibile ricorrere agli integratori alimentari, soprattutto a quelli a base di ferro, rame e zinco, che irrobustiscono la lamina superficiale. Un aiuto ulteriore si può ottenere applicando prodotti per uso topico come gel fortificanti, pomate, emulsioni. E gli integratori possono essere utili anche in caso di macchioline bianche. Nella maggior parte dei casi, sono il segno di piccole lesioni che si formano alla base dell’unghia, dovute a microtraumi che a volte ci si procura senza nemmeno accorgersene. Quando è così, basta aspettare che l’unghia cresca per vederle scomparire.
Talvolta, però, possono segnalare una carenza di calcio o vitamina D. Ecco allora che gli integratori, associati naturalmente a una dieta equilibrata, possono dare una mano. Non dimenticate, comunque, che ogni variazione di colore dell’unghia può essere spia di un vero e proprio disturbo. Un colorito bluastro, per esempio, è spesso indice di difficoltà cardiocircolatorie, mentre il giallo può denunciare problemi di tipo respiratorio. In tutti questi casi, una visita medica è d’obbligo.

A cura di: Alessandra Terzaghi

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?