Il piacere sessuale non ha età

Ormoni del desiderio addio. Con la menopausa, l’organismo femminile manda definitivamente in pensione gli estrogeni e gli androgeni (presenti in minima percentuale anche nelle donne), cioè i principali angeli custodi del benessere sessuale (e non solo) delle donne. I cambiamenti fisici e chimici che questa mancanza comporta si fanno sentire anche sulla sfera emotiva e psicologica. Ogni caso naturalmente è a sé, ma circa la metà delle rappresentanti del gentil sesso accusa una riduzione del piacere e altrettante si trovano ad affrontare una marcata secchezza vaginale, che a sua volta è la causa principale della dispareunia (rapporti sessuali dolorosi), la nemica giurata di una sessualità soddisfacente.
La mancanza di estrogeni assottiglia i tessuti degli organi genitali e li rende più vulnerabili, meno nutriti e meno idratati (da cui la secchezza). La carenza di androgeni si ripercuote sul clitoride, che perde di volume e della capacità di congestionarsi, con conseguenze dirette sulla qualità e l’intensità dell’orgasmo. A pagarne le spese, però, sono tutte le strutture anatomo-funzionali chiamate in causa nella risposta sessuale: il sistema nervoso centrale e periferico, i muscoli vaginali, i vasi sanguigni, la recettività alle sensazioni degli organi sessuali. Alla lunga, il cattivo funzionamento del complesso meccanismo biologico sessuale viene registrato dal cervello, il quale può reagire… spegnendo il desiderio. Ecco perché è così importante intervenire subito.

Come risvegliare il desiderio
Il desiderio sessuale parte dalla testa e poi si traduce in quelle risposte fisiche, che portano all’eccitazione e alle altre fasi della risposta sessuale. Se la donna si convince che finita la capacità procreativa finisce la “necessità” di fare l’amore, si abbandona passivamente ai fastidi della menopausa senza muovere un dito, si sente in colpa perché non prova desiderio e non si sente desiderata… ecco che riconquistare una vita sessuale appagante diventa molto difficile. È bene, invece, maturare la consapevolezza che il sesso è un piacevole diritto a tutte le età: perché privarsene? Spesso poi, basta poco per rimediare alle conseguenze della menopausa.

  • Per dare scacco a una scarsa lubrificazione vaginale, per esempio, è sufficiente affidarsi a un lubrificante vaginale, prodotto acquistabile in farmacia senza ricetta medica: il mercato è molto ricco, ma è meglio utilizzare solo quelli di provata efficacia e con un pH (livello di acidità) adeguato all’età, per evitare che un prodotto aggressivo alteri ulteriormente l’ecosistema locale.
  • Per contrastare il minore inturgidimento vulvo-vaginale legato alla carenza ormonale, si possono utilizzare integratori a base di fitoestrogeni, veri e propri ormoni “verdi”, che agiscono in modo del tutto simile a quelli prodotti dall’o rganismo femminile in età fertile (o, solo dietro stretto controllo medico, la terapia ormonale sostitutiva).
  • Per spezzare il circolo vizioso “non desidero e non mi sento desiderata”, prestare particolare attenzione alla cura di sé, evitando di lasciarsi andare allo “sciattume”: via libera a un corso in palestra o di ballo, al parrucchiere, all’e stetista, a una dieta disintossicante… a tutto ciò che può far sentire più belle e – perché no? – più attraenti.

 

A cura di: Alma Galeazzi

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?