La differenza di età nella coppia

«Magnate dell’alta finanza sposa soubrette 40 anni più giovane». «Milionario 86enne perde la testa per la badante di 31». «Fuga d’amore per l’anziano insegnante e la sua studentessa». Titoli di questo genere compaiono a cadenza fissa sui rotocalchi scandalisti ma anche nelle pagine più leggere dei quotidiani nazionali. Di solito è roba buona a strappare un sorriso, al massimo può diventare argomento di chiacchiere tra colleghi alla macchinetta del caffè o tra amici all’ora dell’aperitivo.
C’è addirittura chi del conquistare un anziano signore (miliardario, of course) e vivere felice ne ha fatto una filosofia di vita. Le relazioni con una forte (anche estrema) differenza di età non fanno più scalpore. Al limite, quando ci sono di mezzo patrimoni importanti, si può pensare che non si tratti  di solo amore (e infatti di solito gli eredi non la prendono benissimo). Ma tant’è, siamo uomini e donne di mondo, o no?

differenza di età nella coppiaSe lei è più “grande”

I problemi sorgono quando è lei ad essere più grande. Donne di cinquant’anni che  si accompagnano a uomini di venti o trenta, e qualche volta se li sposano pure, fanno ancora uno strano effetto. Almeno alle nostre latitudini. Una mano a sdoganare il fenomeno la stanno dando le star dello show business, soprattutto quelle d’Oltreoceano. Demi Moore, Madonna, Susan Sarandon, Charlotte Rampling, Diane Keaton si sono tutte prese come partner un toy-boy, come si dice in gergo, ovvero un ragazzo-giocattolo. E anche in Italia gli esempi non mancano: Barbara D’Urso, Lory Del Santo, Eva Grimaldi, Antonella Clerici, tanto per fare qualche nome.
Roba da dive, si dirà. E invece, secondo uno studio di qualche anno fa condotto dalla Southampton University, nel Regno Unito (e si sa che le mode che nascono a Londra prima o poi arrivano anche da noi) in un quarto dei matrimoni la sposa è più vecchia dello sposo. E una volta su dieci, ha almeno cinque anni di più. Percentuali in netta crescita.

Chi sono queste donne “normali” che hanno deciso di sfidare un tabù che resisteva da secoli? Semplicemente delle donne moderne. Donne che sembrano o si sentono più giovani di quello che sono, che sono affermate nel proprio lavoro e dunque non hanno la necessità di trovare un uomo che garantisca loro un sostegno. Donne che decidono di avere figli a un’età più avanzata di un tempo

Differenza di età e sessualità

E poi c’è il sesso. Le relazioni con uomini più giovani di una decina d’anni, o più – giura chi ha sperimentato il caso – sono di gran lunga più appaganti. A letto, almeno. Oltre all’ovvio fattore fisico, gli uomini più giovani sono spesso  più vitali e appassionati, divertenti e divertiti, attivi e fantasiosi. Se il fascino di una ragazza giovane (lo sappiamo dai tempi della Lolita di Nabokov e anche da molto prima) pare  possa aiutare un uomo anziano a ritrovare l’erezione (magari con l’aiutino del Viagra); il vigore di un ragazzo nel fiore degli anni può servire a una donna in menopausa per riaccendere il desiderio. Addirittura a raggiungere un orgasmo mai sperimentato pienamente.
Che c’è di male? Nulla, anche perché i toy-boy si sentono tutt’altro che giocattoli. Anzi, c’è chi apprezza il fascino della donna matura, portato dall’esperienza. E c’è chi sostiene che una donna affermata, sicura di sé, che sa quello che vuole, risulta più sexy di una ragazzina. Non solo: la maggior esperienza di uno dei due e l’entusiasmo, la spensieratezza dell’altro, possono combinarsi perfettamente, come lo Yin e lo Yang, per dar vita a una relazione perfettamente bilanciata. Con soddisfazione piena per entrambi.

 Quando la differenza di età diventa un problema

Naturalmente non sono tutte rose e fiori. Il rischio, come per altro succede anche nelle coppie di coetanei, è che all’entusiasmo iniziale segua un lento ma inesorabile allontanamento. Il sentimento resta (il più delle volte) ma ritmi, desideri e progetti, col tempo, possono divergere. Il (o la) più giovane potrebbe ad un certo punto  voler metter su famiglia, il (o la) più vecchio magari lo ha già fatto e non vuole ripetersi. Uno amerebbe fare vita mondana, uscire tutte le sere, l’altro, con meno energie, preferirebbe restarsene a casa.C’è addirittura una ricerca di un medico del Max Planck Institute for Demographic Research di Rostock, in Germania, che asserisce che il toy-boy faccia male alla salute della donna. «Maggiore è la differenza di età, minore è l’aspettativa di vita», questa la tesi. La colpa sarebbe dello stress, dei pregiudizi, della pressione sociale.
Certo è che per gestire la situazione a una donna serve un’autostima così. Ma anche qualche consiglio di buon senso può aiutare. Come accettare il procedere dell’età, senza inseguire comportamenti tipici delle persone più giovani. O un aspetto che anziché essere più giovanile spesso risulta solo artificiale.  Meglio valorizzare la propria esperienza e l’aumentata sensibilità, che poi sono esattamente gli elementi che più attraggono i giovani.

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?