Allergie crociate: attenzione a questi alimenti!

Chi è allergico ai pollini dovrebbe prestare molta attenzione a cosa mangia durante la stagione della pollinazione. Si stima che circa il 25% dei soggetti allergici ai pollini possono presentare disturbi a seguito dell’assunzione di alcuni tipi di frutta e di verdura. Una mela può provocare una sindrome orale allergica o SOA (prurito, edema alle labbra, irritazione della bocca e del cavo orale pochi minuti dopo il contatto con l’alimento incriminato) in chi è allergico alle betulacee. È solo uno dei moltissimi esempi di allergia crociata, un disturbo per cui si verifica una cross-reattività tra i pollini e alcuni alimenti vegetali: gli anticorpi prodotti contro un allergene cominciano a reagire anche contro altri allergeni perché “simili”. Sotto accusa la profilina, una proteina allergenica che, spesso presente sia nelle piante sia negli alimenti vegetali, crea delle “somiglianze” tra le sostanze più impensate.
Attenzione: le allergie crociate non riguardano tutti i soggetti allergici e non tutti gli alimenti elencati nella nostra gallery danno allergie nella singola persona. Per questo motivi è importante che sia sempre il medico a valutare ogni singolo caso, e a consigliare un regime alimentare appropriato. La raccomandazione principale rimane comunque quella di evitare gli alimenti responsabili di reazione crociata almeno durante tutto il periodo della pollinazione.

Tags:

 

eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?