Bambini allergici, cause e sintomi

In Italia, 25 bambini su 100 soffrono di allergia così detta ‘mutante’, scatenata dai principali alimenti della dieta del divezzo, ovvero del bambino che inizia lo svezzamento, oppure da acari della polvere, pollini, pelo di animali domestici, muffe o additivi. A causa dell’alto numero d’ingredienti che troviamo nei prodotti destinati ai bambini (biscotti, pastine, merendine) è facile per i piccoli incorrere nel rischio di ingerire, anche involontariamente, una sostanza cui si è allergici. Vediamo le più comuni nella nostra gallery.







L’allergia come problema sociale
Oltre 30 bambini su 100 possono iniziare a soffrire di allergia prima di diventare adulti. Nei più piccoli l’allergia si può presentare come intolleranza alimentare (7%), dermatite atopica (5%), asma bronchiale (10%). Queste problematiche hanno un impatto di rilevanza sociale e rappresentano un problema per molte famiglie, anche solo nella quotidiana preparazione dei pasti. Sarebbe importante trovare strumenti utili per riconoscere precocemente i bambini che possono diventare allergici e proporre loro trattamenti capaci di prevenire la comparsa delle manifestazioni. Come problema sociale è l’asma bronchiale la malattia allergica al centro della questione, perché fortemente invalidante e con costi sanitari elevati.

Ti interessa approfondire l’argomento?
Per saperne di più sui consigli per bambini allergici trovi in libreria:
Bambini allergici, G. Cavagni e G. Garberoglio
Edizioni RED!
Prezzo di copertina €13,00
2013, 112 pagine

 
Tags:

 

eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?