Come riconoscere un disturbo d’ansia generalizzato

Quante volte abbiamo detto, o ci siamo sentiti dire “quanto sono stressato” o “quanto mi stressa una determinata situazione?” A tutti capita di essere nervosi, addirittura stressati…ma cosa succede quando questo diventa la nostra quotidianità? Potremmo trovarci di fronte a un Disturbo d’Ansia Generalizzato (GAD, Generalized Anxiety Disorder), un disturbo cronico continuo, caratterizzato da uno stato di ansia e preoccupazione persistenti ed eccessivi rispetto alla reale portata di una situazione.

Se gli episodi ansiosi sono occasionali e di durata limitata nel tempo, non ci si deve preoccupare: si è di fronte a una reazione psicofisica del tutto fisiologica. Al contrario, quando preoccupazione, tensione, agitazione diventano intensi, duraturi (su base quotidiana, per almeno sei mesi) e poco gestibili – al punto da ridurre significativamente la qualità della vita – è importante consultare il proprio medico e intraprendere un percorso terapeutico idoneo. Nella nostra gallery vediamo quali sono i campanelli d’allarme che possono far pensare a un disturbo d’ansia generalizzato.

A cura di Alessandra Ratti

 

Tags:

 

eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?