Endometriosi: alimenti sì e no

L’endometriosi è una malattia cronica originata dalla presenza di endometrio, il tessuto che riveste la parete interna dell’utero, anche in altre zone del corpo femminile al di fuori della cavità uterina.
Normalmente è presente nella pelvi, ma interessa anche ovaie, tube, peritoneo e vagina, e talvolta l’intestino. L’endometriosi può colpire le donne sin dalla prima mestruazione, può svilupparsi indipendentemente dal fatto di aver avuto una gravidanza o meno e comporta uno stato di infiammazione cronica.

Attualmente la terapia più efficace, anche se non definitiva, è quella chirurgica; ma diversi studi hanno dimostrato come un’adeguata alimentazione possa aiutare a ridurre lo stato infiammatorio.
È importante fare attenzione alla scelta dei cibi, perchè alcuni contengono le prostaglandine sostanze derivate dagli acidi grassi essenziali linoleico e linolenico che possono essere di prima (PGE1), seconda (PGE2) e terza serie (PGE3). Mentre le prostaglandine di prima e terza serie hanno effetti benefici sul nostro corpo, le PGE2 possono accentuare le infiammazioni e aumentare la pressione sanguigna ed è bene quindi fare attenzione a limitarne l’assunzione.
Vediamo insieme alcuni consigli a riguardo.

A cura di Simona Forti

Tags:

 

eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?