Sette cose da sapere prima di rimuovere un tatuaggio

Tatuaggi. Da Angelina Jolie a Johnny Deep, a Belen, dilaga tra i vip, ma non solo, la “moda” di cancellarli. Un pentimento che porta, secondo l’Istituto superiore di sanità (ISS), circa il 30% dei 7 milioni di tatuati italiani alla rimozione o alla modifica del disegno sulla pelle. Tra i pentiti, ben il 41% desidera sostituire il tatuaggio, il 34% solo modificare, il 25% se ne vuole proprio sbarazzare. I motivi? Amori finiti, paura dei rischi, ma anche ragioni professionali (secondo uno studio condotto dalla Patient’s Guidenegli Stati Uniti, succede in 4 casi su 10). Ecco tutto quello che c’è da sapere.
In passato, i tatuaggi erano indelebili, ora è possibile intervenire con alcuni tipi di raggi laser, che riescono a scolorire il disegno che è stato praticato sotto il derma, nello strato più profondo della pelle. I risultati in generale sono uniformi, anche se è presente una certa variabilità soggettiva. I fattori che incidono maggiormente sono la profondità del tatuaggio, cioè il piano dei tessuti a cui si trovano i colori e il materiale impiegato.

A cura di: Roberta Camisasca (2016)
Revisione e aggiornamento a cura della Redazione ED – 21 maggio 2019

 

Tags:

 

eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?