Ambulatori e autoaiuto contro le dipendenze da internet

Recentemente sono stati istituiti vari centri per curare le dipendenze da internet, a causa delle quali sempre più persone passano ore al computer per navigare in rete (chat e pornoline comprese). A Roma presso il Policlinico Agostino Gemelli è stato aperto un ambulatorio per la cura delle dipendenze da Internet; aperto tutti i giorni, da quando è stato inaugurato alla fine del 2009 ha già aiutato oltre 200 persone (tel. 06 30154122/4332).
Responsabile della squadra di specialisti che opera su due gruppi, uno dei quali è per i genitori, è lo psichiatra Federico Tonioni, autore del libro Quando Internet diventa una droga pubblicato da Einaudi: «Per accedere alla nostra struttura basta l’impegnativa del medico di base; con una telefonata si può fissare l’appuntamento». All’ospedale Le Molinette di Torino, è stato aperto un ambulatorio dedicato ai videodipendenti cronici. A Roma, in via Livorno 36, tel. 06 44247115, al Centro di ricerca e trattamento per le Dipendenze Sessuali (CeDis) viene curata la cyber sexual addiction in gruppi o con terapie individuali.
A Senigallia si può trovare aiuto al Centro Studi e Ricerche Nostos (via Gherardi 60, tel. 071 7939675, www.dipendenze.com); lo psicologo Giuseppe Lavenia sta organizzando per il prossimo 24 settembre il Convegno nazionale sulle ‘ Net addiction – Le nuove dipendenze tecnologiche’; Lavenia vorrebbe anche poter realizzare nelle Marche una clinica convenzionata con il Servizio Sanitario Nazionale. Gruppi di aiuto online dove ci si scambiano esperienze e si possono chiedere consigli, come it.groups.yahoo.com, rappresentano un’altra via per questo tipo di cure. Presso le Asl si possono avere informazioni, anche se non tutte sono pronte sulla porno addiction, ma è preferibile rivolgersi sempre al medico di famiglia.

 

Fonte: Repubblica Salute, 5 aprile 2011

eD Promotion: i Prodotti di Mylan Italia S.r.l.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?