Camminare in città: salutare attività fisica a costo zero

L’attivià fisica, è risaputo, è il modo migliore per mantenersi in forma.

Camminare in cittàAbbinata ad un’alimentazione corretta e a uno stile di vita sano può diventare la principale fonte di prevenzione di moltissime malattie.
Nel nostro Paese, purtroppo, non è ancora diventata un’abitudine diffusa; infatti il 40% degli italiani, a causa anche della crisi economica, dichiara di non fare alcun tipo di esercizio fisico mentre il 20% delle famiglie di non riuscire a iscrivere i propri figli a società sportive o palestre.
Ma per rimanere in forma e prevenire l’80% delle malattie croniche, come quelle cardiovascolari e metaboliche, basterebbe una semplice camminata al giorno di 5.000 passi, circa 3 km.
Nasce così il progetto “Città per camminare” con lo scopo di restituire ai cittadini i propri centri urbani trasformandoli in una palestra a cielo aperto grazie alla realizzazione di 32 percorsi di trekking urbano.

Percorsi non solo urbani e turistici, con la possibilità di visitare centri storici o specifiche aree della città, di varia difficoltà e validati dai maggiori esperti mondiali di “camminata”, ma anche proposte naturalistiche e ambientali, maratone, biciclettate e “passeggiate collettive”.

“Vogliamo dare un coordinamento alle città e ai territori che hanno individuato nel camminare la risposta migliore al bisogno di movimento che è diffuso nel nostro Paese -spiega Maurizio Damilano, olimpionico di marcia a Mosca ne 1980 e presidente della “Scuola del cammino” – non servono prestazioni da atleta per rimanere in buona salute, basta muoversi di più a piedi”.

A trarne vantaggio non sarebbero soltanto i cittadini, ma anche le casse del sistema Sanitario. “Una buona prevenzione primaria, che significa appunto non fumare, bere con moderazione, mangiare correttamente e muoversi il più possibile – afferma il professore Sergio Pecorelli, Presidente dell’Agenzia Italiana del Famaco – permetterebbe di alleggerire di circa 60 miliardi di euro l’anno le spese sostenute dallo Stato: si tratta dei danni diretti e indiretti causati da stili di vita errati”.

Il progetto “Città per camminare” è patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministero della Salute, dal Senato della Repubblica e dal CONI. Tutti i percorsi sono indicati all’interno di un opuscolo, il “Passaporto delle città per camminare e della salute” che ne descrive le caratteristiche, la durata e il grado di difficoltà.

Fonte: LiberoQuotidiano  12/11/2012

A cura di Simona Forti

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?