I social network modificano il cervello

Tanti amici virtuali sui social network pare aumentino la densità della materia grigia delle aree del cervello dedicate alla socialità. Secondo una ricerca dell’University College di Londra, ci sarebbe un rapporto diretto fra lo sviluppo delle dimensioni del cervello e la quantità di relazioni sociali virtuali; il coordinatore dello studio, Geraint Rees, spiega: «L’impatto dei social network sul nostro cervello non è ancora chiaro; il nostro studio ci aiuterà a capire come le nostre interazioni con il mondo siano mediate attraverso i social network. Questo dovrebbe permetterci di iniziare a porci domande intelligenti sul rapporto fra Internet e il cervello, questioni scientifiche e non di tipo politico».
Nel corso della ricerca sono stati scansionati in 3D i cervelli di 125 volontari, studenti universitari di Londra; sono stati contati i loro amici sui social network e sono stati contati anche i loro amici reali. Commenta uno degli autori della ricerca, Ryota Kanai: «Abbiamo trovato alcune regioni cerebrali che sembrano avere un collegamento con il numero di amici che abbiamo, sia ‘reali’ che ‘virtuali’; la questione interessante è se queste strutture cambiano nel tempo. Questo ci aiuterà a rispondere alla domanda se Internet stia cambiando il nostro cervello». L’amigdala, associata con le emozioni e la memoria, è una delle regioni interessate, ed è il volume della materia grigia dell’amigdala che è già stato dimostrato sia legato alla dimensione delle reti sociali reali. Alla dimensione della rete degli amici ‘virtuali’, e non di quelli reali, sono invece legate altre tre aree del cervello: quella associata alla percezione, il solco temporale superiore destro, quella associata alla capacità di ‘leggere’ i segni sociali, la circonvoluzione temporale media, e quella della memoria e dell’orientamento, il complesso entorinale destro. La ricerca è stata pubblicata su Proceedings, la rivista della Royal Society Biological Sciences, l’Accademia nazionale inglese delle scienze.

 

Fonte: Sanità News, 19 ottobre 2011

eD Promotion: i Prodotti di Mylan Italia S.r.l.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?