Istat: aumenta la soddisfazione per la propria salute

L’80,7% degli italiani si dichiara soddisfatto del proprio stato di salute e delle condizioni di vita in generale: è quanto rivelano i dati pubblicati dall’Istat nel report 2018 sulle condizioni di vita dei cittadini.

 

Livello di soddisfazione della vita in generale

Agli inizi del 2018, i dati Istat evidenziano segnali di crescita per quanto riguarda la soddisfazione dei cittadini per il proprio stato di salute e per le condizioni di vita in generale, rispetto ai livelli registrati nel 2017.

Il campione preso in considerazione coinvolge i cittadini dai 14 anni in su: alla domanda “Attualmente, quanto si ritiene soddisfatto della sua vita nel complesso?”, in base a un punteggio da 0 a 10 (dove 0 indica “per niente soddisfatto” e 10 “molto soddisfatto”) la risposta media è stata pari a 7. In particolare, il 41,4% dei rispondenti indica i livelli di punteggio più alti (8-10), il 42,3% giudica la propria vita mediamente soddisfacente (6-7) e il 14,7% la valuta con i punteggi più bassi.
Le differenze di genere risultano lievi: le donne hanno un punteggio medio di 7,0 e gli uomini di 7,1. Nel complesso della popolazione, possiamo affermare che la soddisfazione cresce con il titolo di studi e il livello di occupazione, mentre diminuisce con l’età.

In aumento anche il livello di soddisfazione per la propria situazione economica: il 53% degli individui si ritiene soddisfatto. Migliorano anche le condizioni economiche delle famiglie: nel 2018 cresce la percentuale che giudica migliorata la propria situazione economica (8,1% contro 7,4% del 2017) o invariata rispetto all’anno precedente (62,5% rispetto al 59,5% del 2017).

 

I dati sullo stato di salute e la vita privata

Per quanto riguarda lo stato di salute, l’80,7% degli individui di 14 anni e oltre esprime un giudizio positivo (molto o abbastanza soddisfatti). Le differenze di genere in questo ambito sono piuttosto evidenti: le donne che si dichiarano molto o abbastanza soddisfatte per il proprio stato di salute sono il 78,2% contro l’83,4% degli uomini.
La soddisfazione per le relazioni familiari rimane ai livelli alti già rilevati nel 2017: il 90,1% dei cittadini intervistati esprime un giudizio positivo riguardo la propria condizione familiare, mentre solo l’1,7% si ritiene per niente soddisfatto. In questo caso non ci sono differenze fra uomini e donne, ma si rileva un livello di soddisfazione più elevato tra i giovani fino ai 34 anni.

Risulta in crescita la percentuale di quanti si dichiarano molto o abbastanza soddisfatti per le proprie relazioni di amicizia (82,5%). In questo ambito emergono alcune differenze di genere: si definisce soddisfatto l’80,9% delle donne, contro l’84,2% degli uomini.

I dati riguardanti il tempo libero variano in relazione al genere e alle fasi del ciclo di vita: in media si ritiene molto o abbastanza soddisfatto il 66,2% della popolazione. In particolare, le donne che esprimono un giudizio positivo sono il 64,6%, contro il 68% degli uomini. Se occupate, il divario si riduce (60,5% contro 62,2%): ad influire negativamente sulla quantità di tempo libero per la donna è il carico di lavoro familiare e di cura, che risulta particolarmente pesante e tale da ridurre i momenti di svago. Inoltre, i giovani e gli anziani sono più soddisfatti di coloro che si trovano nelle classi di età centrali.

 

 

 

Per leggere il Report completo, clicca qui.

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?