Le donne riescono a impegnarsi in più attività rispetto agli uomini

Una ricerca condotta dal Dipartimento di Sociologia e Antropologia della Bar-Ilan University di Tel Aviv, dimostra che le donne riescono meglio degli uomini nel multitasking, termine che appartiene al linguaggio informatico ma si adatta molto bene alla vita contemporanea perché definisce l’esecuzione simultanea di molteplici operazioni. Offer Shira, primo autore dello studio, spiega: «I nostri risultati forniscono un supporto alla convinzione popolare secondo la quale le donne sono più multitasking, e suggeriscono che l’esperienza è vissuta più negativamente dalle donne. Quando l’attività multitasking si svolge in casa, le madri hanno più probabilità di impegnarsi in lavori domestici o nella cura dei figli, attività che di solito richiedono sforzi intensi; i padri, al contrario, tendono a impegnarsi in altri tipi di attività, come parlare con altre persone o impegnarsi nella cura di sé, tutte esperienze meno onerose. Per queste ragioni il multitasking è per le madri un momento frustrante e complesso, ma non lo è per i padri, che lo definiscono invece un’esperienza positiva». I ricercatori sono arrivati a queste conclusioni osservando i comportamenti dei genitori a capo di 500 famiglie americane: è emerso che le donne erano impegnate in multitasking per circa 10 ore in più alla settimana: 48,3 ore contro le 38,9 degli uomini.

 

Fonte: asca.it, 1 dicembre 2011

Mamme al lavoro: percorso a ostacoli tra figli e carriera »
Womenomics: il lavoro delle donne che vince la crisi »

eD Promotion: i Prodotti di Mylan Italia S.r.l.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?