Ottimismo, amico del cuore

Ottimismo, amico del cuoreLa scienza conferma un vecchio detto popolare secondo cui “cuor contento, il ciel l’aiuta”: il cuore delle persone ottimiste gode di miglior salute. È stato infatti pubblicato su Health Behavior And Policy Review uno studio condotto dalla University of Illinois che, numeri alla mano, dimostra come le persone che guardano alla vita con ottimismo – a parità di altre variabili – abbiano una probabilità doppia di avere un cuore in salute rispetto a chi vede tutto grigio.
La situazione cardiovascolare di un campione di oltre 5.000 adulti tra i 45 e gli 84 anni di età è stata valutata in base ai 7 parametri utilizzati dall’American Heart Association: sono stati messi sotto osservazione pressione sanguigna, colesterolemia, livelli di glicemia a digiuno, indice di massa corporea, abitudini alimentari, attività fisica svolta e vizio del fumo. A seconda dei risultati ottenuti, a ciascuno dei partecipati veniva assegnato un punteggio che andava da 0 a 14, incrociato con i risultati di questionari mirati, volti a valutare la predisposizione all’ottimismo e, in generale, la salute mentale.
Incrociando tutti i dati, i ricercatori hanno osservato come questo punteggio aumenta di pari passo con i livelli di ottimismo: i cuor contenti hanno infatti il 50-70% di probabilità di avere un cuore in salute, e registrano livelli decisamente più bassi di glicemia e colesterolo rispetto a chi tende a vedere tutto nero. Il pensiero positivo dunque aiuta a rimanere in salute, confermando come la lotta alle malattie cardiovascolari debba prendere in considerazione anche quegli strumenti utili a migliorare il benessere psicologico delle persone.
A cura di Alessandra Ratti
Fonte: Il Sole 24 Ore

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?