Le piante per combattere l'inquinamento indoor

Prendiamo una boccata d’aria: oggi è l’European Respiratory Day! Quest’anno il tema affrontato è l’ inquinamento indoor.

Quando si parla di inquinamento si pensa sempre allo smog cittadino, ai gas di scarico, all’inquinamento delle acque oppure a quello acustico: tutti problemi ambientali che sembrano situati fuori dalle nostre case. Invece anche nel luogo in cui ci sentiamo più al sicuro si nascondono delle insidie: si chiamano ossido nitrico, ossidi di azoto, monossido di carbonio, anidride carbonica, anidride solforosa, formaldeide e endotossine, acari, muffe e batteri.
”All’inquinamento atmosferico contribuiscono sia gli inquinanti degli ambienti esterni sia quelli degli ambienti interni e poiché i residenti dei Paesi industrializzati trascorrono il 90- 95% del tempo in ambienti chiusi è fondamentale considerare tale tipo di inquinamento” conferma Eugenio Baraldi, Presidente SIMRI (Societa’ Italiana Malattie Respiratorie Infantili), Professore straordinario di Pediatria Dipartimento Salute Donna e Bambino, SD Pneumologia e Allergologia Pediatrica all’Universita’ degli Studi di Padova. ”Studi recenti sembrano anzi indicare che, se l’inquinamento esterno è correlato ad esacerbazioni asmatiche, quello interno potrebbe essere implicato anche nell’aumento dell’incidenza della patologia. In particolare per quanto riguarda l’esposizione al fumo di sigaretta vi sono evidenze sufficienti per stabilire una relazione causale tra l’esposizione ad esso e lo sviluppo di asma”.

Vittime dell’inquinamento indoor sono soprattutto i bambini (ma anche gli anziani ,le donne in gravidanza e tutti coloro che soffrono di problemi respiratori): a far danni è soprattutto il mix di sostanze inquinanti che, anche a basse concentrazioni possono causare irritazioni, sintomi respiratori acuti, iper-reattivita’ bronchiale, infezioni respiratorie e sensibilizzazione allergica.

Ma la natura ci viene in aiuto: esistono piante “mangiaveleni” capaci di contratsare l’inquinamento indoor. Conviene quindi completare l’arredamento domestico con qualche esemplare di felce di Boston, di Spatifillum o  di Ficus benjamina, che purificano l’ambiente dalle emissioni di formaldeide ed altri inquinanti, o di anthurium efficace contro l’ammoniaca .

Ovvia e quasi scontata la necessità di eliminare l’esposizione al fumo di sigaretta, uno dei maggiori responsabili  di asma e problemi respiratori nei bambini.

Fonte: ASCA, 26 giugno 2012

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Italia S.r.l.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?