Probiotici e risposta immunitaria, una combinazione vincente

Probiotici e risposta immunitaria, una combinazione vincenteSono i cosiddetti “batteri buoni” e assunti come integratori potrebbero essere d’aiuto per tutti colori che soffrono di asma allergica.
Stiamo parlando dei probiotici, oggetto di uno studio condotto dall’Università di Milano e dall’Istituto Ortopedico Galeazzi e segnalato dall’Osservatorio AIIPA (Associazione Italiana Industrie Prodotti Alimentari), secondo cui una combinazione di Lactobacillus salvarius LS01 e Bifidobacterium breve BR03, oltre a inibire la crescita di alcuni batteri patogeni, sarebbe in grado di diminuire la produzione di composti pro infiammatori e spegnere l’irritazione polmonare.
“Questi probiotici hanno mostrato promettenti proprietà probiotiche e attività immunomodulante benefiche, che aumentano quando i due ceppi sono impiegati in combinazione nella stessa formulazione” – hanno sottolineato gli autori dello studio.
“L’obiettivo – spiega Lorenzo Drago, microbiologo dell’Istituto Galeazzi di Milano – oggi è identificare i probiotici più utili nelle diverse situazioni, perché non tutti sono uguali, alcuni potrebbero anche avere effetti negativi. Inoltre, dobbiamo studiare le strategie per aumentarli, sia attraverso la dieta, per favorirne la moltiplicazione nell’intestino, sia come supplementi”.
Durante lo studio, i ricercatori milanesi hanno evidenziato come nei paesi industrializzati le malattie allergiche siano aumentate in modo significativo negli ultimi anni.
Allo stesso tempo però, altri studi indicherebbero una ridotta incidenza di allergie nei bambini trattati con specifici probiotici in grado di diminuire la produzione di citochine Th2, mantenendo la produzione di Th1 stabile; quei linfociti, essenziali regolatori delle risposte immunitarie adattive e delle malattie infiammatorie.
Un dato che rafforzerebbe l’ipotesi secondo cui i ceppi probiotici, “organismi vivi che, somministrati in quantità adeguata, apportano un beneficio alla salute dell’ospite” come definiti ufficialmente dall’OMS e dalla FAO, potrebbero essere utilizzati nel trattamento di malattie allergiche.
A cura di Simona Forti

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?