Terapia cognitivo-comportamentale: in menopausa allevia i sintomi

Secondo uno studio del King’s College di Londra, condotto da Myra Hunter, le donne che soffrono di vampate di calore e sudorazioni notturne a causa della menopausa, possono trovare un aiuto nella terapia cognitivo-comportamentale (Cbt, Cognitive-Behavioral Therapy). La Cbt è un approccio psicoterapeutico utilizzato nel trattamento di vari disturbi, come l’insonnia o la depressione; i ricercatori britannici hanno sottoposto al trattamento 140 donne, scelte fra quelle che almeno dieci volte alla settimana lamentavano i sintomi della menopausa. Una parte delle donne è stata assegnata alla terapia di gruppo e un’altra parte alla terapia di auto-aiuto: al termine delle sei settimane di trattamento, il 65% delle prime ha avuto un calo ‘clinicamente significativo’ dei sintomi, così come il 73% delle seconde; fra le donne che non avevano seguito la terapia, solo il 21% ha registrato un miglioramento dei sintomi. Spiega Hunter: «Questi risultati suggeriscono che la terapia cognitivo-comportamentale è un’opzione di trattamento efficace per le donne, durante la transizione verso la menopausa. La terapia prevede lo sviluppo di approcci utili all’accettazione del sintomo, coadiuvati da esercizi di respirazione, per focalizzare l’attenzione lontano dalle vampate di calore e dai pensieri negativi». La terapia ormonale sostitutiva è oggi il trattamento più efficace per la cura dei sintomi della menopausa ma i possibili rischi legati all’utilizzo di quegli ormoni, come il cancro al seno o le malattie cardiovascolari, ne frenano l’uso. Lo studio britannico è stato pubblicato dalla rivista Menopause.

 

Fonte: Beverley Ayers et al – A randomised controlled trial of cognitive-behavioural therapy for women with problematic menopausal hot flushes: MENOS 2 trial protocol. BMJ March 12, 2012

eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?