Vino rosso, elisir di giovinezza?

Vino rosso, elisir di giovinezza?Il vino rosso può proteggere il corpo dalle malattie legate all’invecchiamento, stimolando un antico meccanismo evolutivo di difesa che protegge le cellule umane dal danno genetico: è quanto dimostrato in uno studio condotto da The Scripp Research Institute e pubblicato sulla rivista Nature.
Merito del resveratrolo, un composto organico presente in uva, noci, soia e altre pianti commestibili, dalle proprietà anti-ossidanti e anti-tumorali, responsabile di ridurre l’incidenza di malattie cardiache e coronariche. Il resveratrolo all’interno della cellula si comporta come un aminoacido naturalmente presente nel nostro corpo, la tirosina, normalmente legata ad una famiglia di enzimi evoluti milioni di anni fa: in condizioni di stress la tirosina si lega ad un enzima, il TyrRS, coinvolto nell’attivazione di un percorso chimico volto a limitare stress e danni al DNA delle cellule, che altrimenti causerebbero invecchiamento e malattie.
Ebbene, quando il resveratrolo entra in contatto con TyrRS, quest’ultimo comincia a muoversi all’interno del nucleo della cellula, attivando la proteina Parp-1, che aziona una serie di geni protettivi -tra cui un gene anti-cancro chiamato P53, responsabile di sopprimere i tumori, – e i cosiddetti “geni della longevità”, dediti alla lotta contro le malattie legate all’età. L’incontro delle due sostanze innescherebbe quindi un effetto protettivo contro lo stress, con risvolti benefici sulla salute.
“Sulla base di questo processo non si può escludere che un consumo moderato di vino rosso dia ad una persona il resveratrolo necessario ad evocare un effetto protettivo tramite questo percorso” ha concluso il Dottor Sajish, co-autore dello studio.
Fonte: The Indipendent

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?