L’arte migliora la salute mentale e fisica

L’arte migliora la salute mentale e fisicaL’arte aiuta a migliorare la salute mentale e fisica: a confermarlo un recente report dell’OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità: attività come la danza, il canto e la visita a musei possono prevenire o aiutare a curare le malattie.

 

L’arte in tutte le fasi della vita

Sin dalla nascita, l’arte può avere un’influenza positiva sulla vita dell’individuo: è sufficiente pensare al bambino che si addormenta serenamente quando i genitori gli leggono un libro la sera, all’adolescente che trova conforto nella musica del proprio cantante preferito o all’adulto che sfoga la tensione della giornata prendendo parte a uncorso di ballo o altra attività che gli procuri piacere.

Impegnarsi in attività artistiche può essere benefico sia per la salute mentale che fisica”. Questa è la conclusione che si legge nel report dell’OMS per l’Europa, dove sono state analizzate le prove su oltre 900 pubblicazioni globali.

 

Arte e salute: il punto di vista dell’OMS

Nel suo report, l’OMS prende in esame le attività artistiche che mirano a promuovere la salute e prevenire le malattie, nonché a gestire e curare le malattie fisiche e mentali e a supportare l’assistenza di fine vita.

Come sostiene la dott.ssa Piroska Östlin, direttore regionale per l’Europa dell’OMS, “portare l’arte nella vita delle persone attraverso attività come la danza, il canto e andare a musei e concerti offre una dimensione aggiuntiva a come possiamo migliorare la salute fisica e mentale“.

E aggiunge che “le arti possono affrontare le sfide sanitarie complesse come diabete, obesitàmalattie mentali, offrendo soluzioni che la pratica medica comune non è stata finora in grado di affrontare in modo efficace”.

In particolare, è stato scoperto che ascoltare musica o fare arte riduce gli effetti collaterali del trattamento del cancro, tra cui sonnolenza, mancanza di appetito, mancanza di respiro e nausea.

La danza, invece, può essere una valida alleata per le persone con malattia di Parkinson, perché porta miglioramenti clinicamente significativi a livello motorio.

Inoltre, è stato dimostrato che attività artistiche come ascoltare la musica o disegnare in contesti di emergenza o stress, riducono l’ansia, il dolore e la pressione sanguigna, soprattutto nei bambini.

Con il suo report, l’OMS vuole sottolineare che alcune attività artistiche non solo producono buoni risultati, ma possono anche essere più convenienti rispetto ai trattamenti biomedici standard, in quanto riescono a combinare più fattori di promozione della salute, come l’attività fisica e il supporto della salute mentale, e hanno un basso rischio di esiti negativi.

 

Per leggere il report completo (in inglese), clicca qui.

 

LEGGI ANCHE

Tumori: la danza come terapia »

 

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Italia S.r.l.

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?