Fibromi uterini: è sempre necessario intervenire?

Fibromi uterini: è sempre necessario intervenire?Il fibroma uterino rappresenta uno dei problemi ginecologici più diffusi nella popolazione femminile in età fertile. Si tratta di un tumore benigno delle cellule muscolari lisce dell’utero (anche indicato come mioma o leiomioma) che colpisce fino al 40% delle donne (nelle popolazioni afroamericane la percentuale sale fino al 70%). Il mioma si presenta come massa nodulare di dimensioni variabili (da pochi mm a diversi cm) le cause per cui si sviluppa non sono ancora del tutto chiare, ma si ipotizza un intervento di più fattori, primi fra tutti ormonali e genetici.
Anche se si tratta di un disturbo molto diffuso, la degenerazione maligna è un’evenienza rarissima, stimata nello 0,2% dei casi.
I sintomi
Il fibroma è asintomatico nella maggior parte dei casi: la diagnosi avviene generalmente per un riscontro occasionale durante una visita ginecologica o un’ecografia pelvica. Quando presenti, i sintomi possono essere di gravità variabile, a seconda del numero, delle dimensioni e della sede dei fibromi stessi sino a inficiare pesantemente la qualità di vita. La sede, in particolare, gioca un ruolo rilevante e, infatti, sono i fibromi sottomucosi (che tendono a sporgere all’interno della cavità uterina) e quelli intramurali (che si sviluppano nello spessore della parete uterina) che danno più frequentemente sintomi rispetto a quelli sottosierosi (che crescono al di fuori dell’utero). Le manifestazioni più comuni sono alterazioni del ciclo mestruale con sanguinamenti uterini dolorosi e abbondanti, che possono essere responsabili di anemizzazione; il dolore pelvico è meno comune e in genere associato a complicanze (ad esempio, torsione del fibroma se peduncolato). Possono comparire sintomi da compressione quando i fibromi sono molto voluminosi, con manifestazioni che variano a seconda degli organi coinvolti (vescica, retto).
Fibromi e fertilità
Solo in una minoranza dei casi i fibromi possono interferire con la fertilità, quando le dimensioni e la sede sono tali da rappresentare un ostacolo al concepimento. Durante la gravidanza i fibromi crescono per effetto della produzione ormonale, ma in genere non danno problemi; alcuni studi evidenziano un incremento di complicanze ostetriche (aborto spontaneo, parto pretermine e problemi placentari) ma i dati attualmente disponibili non sono concordi. Sicuramente, invece, è più alta la percentuale di parti chirurgici mediante taglio cesareo nelle donne con fibromi, in particolare se precedentemente sottoposte a terapia chirurgica.
Fibromi: quale terapia?
Ad oggi non esiste una rete nazionale di centri di riferimento e non è ancora stato strutturato un percorso diagnostico-terapeutico. Fondamentale è affidarsi a specialisti esperti per un corretto inquadramento della problematica e per la definizione dell’intervento terapeutico più opportuno.
I fibromi asintomatici non richiedono alcun intervento specifico: è sufficiente una normale sorveglianza, come consigliata di routine a tutte le donne (visita ginecologica annuale associata a ecografia pelvica transvaginale).
Solo il fibroma “sintomatico” richiede un intervento che deve essere sempre di tipo medico in prima istanza, riservando quello chirurgico a casi specifici.
La terapia medica si basa su farmaci ormonali di consolidato utilizzo nella pratica clinica (estro-progestinici, progestinici) che hanno lo scopo di regolarizzare i cicli mestruali.
La chirurgia, invece, è indicata, solo dopo il fallimento della terapia medica, in presenza di fibromi di dimensioni eccessive o in previsione di una gravidanza quando i fibromi, per numero e sede, possono interferire con la fertilità.
L’intervento chirurgico può essere di tipo conservativo (miomectomia) con rimozione del fibroma o demolitivo (isterectomia) con asportazione dell’utero . È fondamentale che la scelta tra le due opzioni sia sempre condivisa con la paziente, valutando non soltantogli aspetti clinici, ma anche l’età e il desiderio riproduttivo.
 
Per approfondimenti consulta il sito di O.N.Da
http://www.ondaosservatorio.it/aree/ginecologia
Per le tue domande rivolgiti all’esperto di O.N.Da
http://www.ondaosservatorio.it/esperto

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?