Osteoporosi: allenati, combinando attività fisica e mentale

 

Le donne anziane soggette a osteoporosi possono migliorare la propria stabilità e ridurre il rischio di cadute allenandosi a praticare un’attività cognitiva in contemporanea con un esercizio focalizzato sull’equilibrio. È ciò che emerge da uno studio del Karolinska Institute di Stoccolma.

 

Osteoporosi – Lo studio svedese

Per le donne anziane con fragilità ossea anche camminare può essere un’azione difficoltosa, che richiede particolare concentrazione. L’osteoporosi rende più lenti e meno automatici i movimenti e questo può portare la persona anziana ad essere più instabile e a non prestare attenzione a eventuali pericoli presenti lungo il cammino, che potrebbero causare una caduta, con alto rischio di frattura.
Per migliorare questa condizione, i ricercatori hanno testato gli effetti dell’allenamento focalizzato sull’equilibrio, proponendo esercizi che richiedono attenzione sia fisica che mentale.

Sono state scelte 95 donne oltre i 65 anni soggette ad osteoporosi e con una storia pregressa di cadute o instabilità in generale, ma senza compromissioni cognitive o fratture recenti.
A una parte del gruppo è stato chiesto di attenersi alle normali attività fisiche, mentre alle altre partecipanti è stato assegnato un doppio compito – fisico e mentale – da svolgere tre volte alla settimana per 12 settimane: per esempio, camminare su superfici irregolari mentre si risolvono semplici problemi di matematica.

 

Riduzione del rischio di cadute: i risultati della ricerca

L’esperimento ha rivelato che le donne che si erano allenate con attività fisiche e cognitive avevano notevolmente migliorato la propria capacità di movimento: riuscivano, infatti, a camminare più velocemente e con maggior sicurezza rispetto al gruppo di controllo e mostravano un miglior ritmo di deambulazione, con un tempo ridotto tra i passi.
Al termine dell’esperimento, le donne del gruppo del doppio compito avevano migliorato l’andatura anche in situazioni che richiedono sia la coordinazione sia un’attenzione sostenuta, come camminare in linea retta in una stanza vuota o aggirare ostacoli.

Secondo David Conradsson, coautore dello studio, “svolgere due compiti contemporaneamente è una modalità di allenamento promettente per esercitare il cervello e il corpo allo stesso tempo. Nella vita di tutti i giorni, questo può essere ottenuto risolvendo compiti cognitivi durante una passeggiata o un’attività quotidiana”. I risultati della ricerca hanno dimostrato l’importanza del training cognitivo per il mantenimento di un’andatura sicura ed efficiente nelle donne anziane con osteoporosi, per le quali è altamente consigliabile includere esercizi di equilibrio nel programma di allenamento settimanale.

 

 

 

LEGGI ANCHE

– Osteoporosi – Consigli per chi è a rischio o affetto da osteoporosi »

– Osteoporosi: una frattura ossea può costare la vita »

 

 

Reference
David Conradsson, Alexandra Halvarsson – Effects of dual-task balance training on gait in older women with osteoporosis: A randomized controlled trial. Gait & Posture, January 4, 2019

Tags:
eD Promotion: i Prodotti di Mylan Spa

Entra con le tue credenziali

Ha dimenticato i dettagli?